Quanto guadagnano i campioni dell’Esport? Alcuni raggiungono cifre pari a…

Quanto guadagnano i campioni dell’Esport? Alcuni raggiungono cifre pari a…

Quanto vale dunque il cartellino di un campione degli Esport? A quanto ammonta il suo salario? E le vincite complessive, invece? Proviamo a dare un quadro complessivo e qualche delucidazione.

I NUMERI DEI CAMPIONI ESPORT

Nel mondo dello sport, in particolare nel calcio, siamo abituati a sentire cifre faraoniche, spesso anche minori di quanto in realtà percepiscono gli atleti. Un caso esemplare è quello di Messi, in cui son state svelati i 500 milioni di introiti previsti nel contratto con il Barcellona. Numeri veramente lontani da qualsiasi ipotesi giornalistica, ma che fanno ben percepire quanto denaro circoli dietro a questi campioni.

 Le cifre guadagnate dai professionisti esport rappresentano uno fra i più grandi tabù dell’industria, anche perché le organizzazioni pronte a far chiarezza riguardo i bilanci si possono contare sulle dita di una mano. Ma con la crescita dei trasferimenti eccellenti, come ad esempio il passaggio di Martin “Rekkles” Larsson dai Fnatic ai G2 di League of Legends, sono sempre di più gli analisti che si interessano all’argomento

Le poche informazioni che abbiamo a disposizione sono spesso il frutto delle scelte di pro player che scelgono di esternare la propria posizione finanziaria. Andreas “Xyp9x” Hojsleth degli Astralis in forze sui palchi di Counter-Strike, ad esempio, ha dichiarato nel 2016 di guadagnare 9.000 dollari al mese, in un momento in cui gli esports dovevano ancora conoscere l’esplosione più recente. La famosa organizzazione multigaming Cloud9, in occasione della firma del professionista Alex McMeekin, ha infatti svelato i numeri del nuovo contratto, un accordo da $550.000 all’anno, mentre numerosi analisti ritengono che il monte ingaggi complessivo degli Astralis vada oggi ben oltre i $2.500.000.

Ma questa è solo la punta dell’iceberg, perché la posizione di alcuni fra i più celebri giocatori del mondo resta ancora avvolta in una nube di mistero. È il caso di Faker, all’anagrafe Lee Sang-yeok, considerato il più forte giocatore di sempre di League of Legends, divenuto negli anni la bandiera della selezione coreana dei T1. Ebbene, Faker in più di un’occasione ha rivelato di aver rifiutato un contratto da 10 milioni di dollari l’anno messo sul piatto da una grande organizzazione cinese, ed è recentemente stato compensato con una quota di controllo della società per cui lavora.

IL TRASFERIMENTO MEDIATICO

Il mercato dei cartellini negli esport non ha mai fatto particolarmente presa sul pubblico di riferimento, ma la situazione è cambiata con l’approdo di Martin “Rekkles” Larsson ai G2 di League of Legends, che si è trasformato in un vero e proprio fenomeno mediatico.

La risonanza del caso, tuttavia, ha spinto molti analisti del settore a valutare alcuni dei campioni più famosi delle discipline più in vista, come ad esempio Mathieu ZywOo Herbaut e Oleksandr “s1mple” Kostyliev della scena di Counter-Strike; basandosi sulle performance, sulle vittorie e sulle caratteristiche personali, Esport Transfer ha valutato i cartellini rispettivamente $3.400.000 e $4.450.000, ma è bene specificare che si tratta solo di semplici stime. Fra i casi documentati spicca il recente trasferimento di Hu “SwordArt” Zhu Jie, vice-campione del mondo di League of Legends il cui cartellino è stato acquistato a novembre dagli americani di TeamSoloMid, che hanno versato la cifra record di $6.000.000 nelle casse di Suning Esports. 

Andando ad analizzare l’entrate di un evento vinto, lo stipendio versato dalle organizzazioni, più altri ancora oscuri introiti è difficile sapere effettivamente quanto un campione del settore gaming riesce veramente a guadagnare.

lascia un commento

Your email address will not be published.