TOP e FLOP della ventiduesima giornata di fantacalcio

TOP e FLOP della ventiduesima giornata di fantacalcio

Si è appena conclusa la ventiduesima giornata di Serie A, vediamo i TOP che hanno brillato e i FLOP che hanno deluso i fantallenatori.

Due doppiette da sogno decidono il weekend

Nell’11 dei TOP di questa settimana troviamo tante sorprese, un consiglio azzeccato e un grande ritorno, ecco a voi i migliori del weekend.

Ritorno in grande stile

Alex Meret è il top portiere della settimana. Il numero uno del Napoli è stato lanciato dal primo minuto dopo l’infortunio di Ospina nel riscaldamento e si è fatto trovare pronto. Per il giovane azzurro arriva un 8 in pagella meritato per un paio di parate decisivo per l’1-0 finale. Pronto all’uso.

Gol, assist e prestazione perfetta

Simone Bastoni è il top difensore della settimana. Il terzino dello Spezia conferma di essere uno dei più positivi nelle file della neopromossa e contro il Milan trova il primo +3 stagionale. Sinistro da sogno che si infila a fil di palo e 10 portato a casa. Sorpresa.

Gianluca Mancini è il nostro secondo difensore. Il centrale della Roma continua la sua ottima stagione e contro l’Udinese serve un assist al bacio per il gol di Veretout. 8 in pagella per il leader difensivo giallorosso che si aspetterà una chiamata di Mancini a fine stagione. Sicurezza.

Amir Rrahmani è l’ultimo difensore della squadra. Il centrale del Napoli, dopo un inizio di stagione molto complicato in cui ha giocato poco e male, si scatena nel big match con la Juve. Il kossovaro si guadagna il rigore del vantaggio di Insigne, vince tutti i duelli aerei difensivi contro Cristiano e Morata e prende un 7.5 assurdo. Perfetto.

Cinque gol decisivi a centrocampo

Antonin Barak è il primo centrocampista della squadra. Il trequartista ceco dell’Hellas torna al gol dopo un’astinenza lunga mesi e decide la sfida contro il Parma con un’incornata perfetta su angolo. 10 in pagella e gol decisivo per i 3 punti della squadra di Juric. Bentornato.

Giulio Maggiore è il secondo centrocampista della settimana. La mezzala dello Spezia ha aperto le marcature contro il Milan trovando il suo primo gol in A. Partita perfetta del capitano dei liguri che ha spinto tanto e nella ripresa ha trovato il +3 tanto atteso. 10 in pagella e serata da sogno per il suo Spezia. Trascinatore.

Nicolas Viola è il terzo uomo del nostro centrocampo. Il 10 del Benevento pareggia il vantaggio firmato da Sansone con un colpo di tacco geniale e strappa un 10 meritato nell’anticipo del venerdì. 2 gol nelle 3 partite in cui è partito dal primo minuto sono un segnale chiaro: il capitano delle streghe sta bene ed è pronto a stupire. Classe.

Jordan Veretout è il top centrocampista della settimana. Il francese della Roma dopo diverse settimane di riposo torna al gol e lo fa in grande stile. Doppietta da sogno contro l’Udinese, 13 in pagella e sono 9 gol in campionato. Stagione da superstar.

Un consiglio azzeccato, il panchinaro più forte del mondo e il nuovo capocannoniere

Domenico Berardi è il primo attaccante della squadra. Il capitano del Sassuolo ve lo avevamo consigliato in settimana e abbiamo avuto ragione. Il Crotone si è trovato molto in difficoltà nel marcare l’esterno neroverde e lui li ha puniti con un preciso mancino sul primo palo che gli vale un 10. Beccato.

Luis Muriel è il secondo attaccante della settimana. Il colombiano è uscito dalla panchina dopo un’ora abbondante a Cagliari e ha stravolto la partita. La punta di Gasperini decide la partita spezzando un raddoppio e spaccando la porta con un tiro potentissimo che gli vale l’ennesimo 10 stagionale. Implacabile.

Romelu Lukaku è il top giocatore della settimana. Il belga, dopo le critiche subite nelle scorse settimane, si prende la squadra sulle spalle e decide da solo il big match con la Lazio. Prima la doppietta e poi un assist assurdo con uno strappo devastante palla al piede per un 14.5 finale. Devastante.

Flop, il crollo del Milan e un’autogol dominano la scena

Ora vediamo l’11 che ha deluso di più questa giornata. Anche questa settimana troviamo tante conferme negative, un top a centrocampo e un consiglio fallimentare.

Crollo repentino

Juan Musso è il flop portiere della settimana. L’argentino, dopo una serie di ottime prove con diverse porte inviolate, stecca in casa della Roma e incassa 3 gol. Qualche incertezza di troppo per il portiere dell’Udinese che esce dalla trasferta romana con un 2.5 deludente. Sorpresa inaspettata.

Un consiglio tragico, e due centrali distratti

Diogo Dalot è il flop difensore della settimana. Il terzino portoghese crolla nella disfatta rossonera a La Spezia e porta a casa un 4 in pagella da incubo. Prestazione orrenda del nostro consiglio e chance sprecata per insidiare il posto di Calabria. Pessimo.

Samir è il secondo difensore della squadra. Il brasiliano va in difficoltà contro la Roma e perde molti duelli individuali contro i trequartisti giallorossi. Sul terzo gol arriva in ritardo e la pagella gli rifila un 5 secco. Poco reattivo.

Wesley Hoedt è l’ultimo difensore della squadra. Il centrale olandese, lanciato dal primo minuto dopo l’infortunio di Radu, si trova a marcare Lukaku e, dopo diverse imprecisioni, nel finale di primo tempo atterra Lautaro lanciato a rete. Inzaghi lo toglie dopo 45 minuti e lui se ne torna a casa con un 4.5. Chance sprecata.

Tre prove deludenti e uno sfortunato autogol

Gaetano Castrovilli è il primo centrocampista della squadra. Il numero 10 della Fiorentina continua il suo periodo no. In casa della Sampdoria arriva un altro 5 secco che abbassa ulteriormente la media del giovane azzurro. Serve la svolta.

Federico Bernardeschi è il secondo uomo del centrocampo. L’esterno della nazionale è stato lanciato dal primo minuto nel big match con il Napoli e ha deluso. Dopo un’ora di palle perse e passaggi sbagliati Pirlo lo ha cambiato e per il centrocampista della Juve è arrivato il solito 5. Stagione stregata.

Hakan Calhanoglu è il terzo centrocampista deludente della settimana. Il 10 del Milan era uno dei più attesi in questo weekend e invece è stato uno dei peggiori nella disfatta dei rossoneri. 5 generoso in pagella per il turco che scompare tra le maglie bianconere e viene sostituito nel finale da Pioli. Crollo totale.

Alberto Grassi è il flop della settimana. Il centrocampista del Parma infila la sua porta con una sfortunata deviazione su un tiro di Dimarco e prende un 2 da horror. Stagione nera per il suo Parma che perde anche questa gara nonostante la buona prestazione. Incubo.

Tre prime punte deludenti

Christian Kouame è il primo nome del nostro tridente. La punta della Fiorentina era chiamata a sostituire l’assenza di Ribery e ha fallito la sua missione. La pagella lo punisce con un 5 per la sua poca cattiveria sotto porta. Bocciato.

Simone Zaza è il secondo flop offensivo. La spalla del Gallo Belotti ha deluso anche questa partita e contro il Genoa è arrivato un altro 5. Seconda flop 11 consecutiva per l’attaccante del Torino che rischia sempre più di perdere il posto da titolare. Questione di tempo.

Alvaro Morata è l’ultimo giocatore della flop 11. La punta della Juve è stata ingabbiata dai rocciosi centrali napoletani e ha sprecata una buona occasione colpendo Meret da pochi passi. 5 in pagella e il numero di gol in campionato resta fermo a 4 da mesi ormai. Inceppato.

lascia un commento

Your email address will not be published.