TOP e FLOP della ventitreesima giornata di fantacalcio

TOP e FLOP della ventitreesima giornata di fantacalcio

Si è appena conclusa la ventitreesima giornata di Serie A, vediamo i TOP che hanno brillato e i FLOP che hanno deluso i fantallenatori.

Top, tanti gol e un tridente da sogno

Nell’11 dei TOP di questa settimana troviamo tante sorprese, un consiglio azzeccato e un grande ritorno, ecco a voi i migliori del weekend.

Le mani del capitano

Samir Handanovic è il top portiere della settimana. Il capitano dell’Inter, dopo un primo tempo tranquillo, cala 3 super parate a inizio ripresa chiudendo la porta in faccia ai rossoneri. 8.5 finale per l’esperto portiere nerazzurro che si dimostra decisivo quando serve. Condottiero.

Tre gol a sorpresa dalla difesa

Cristian Romero è il top difensore della settimana. Il centrale argentino domina la partita stravincendo tutti i duelli individuali con Osimhen e la conclude con un gol da rapinatore d’area. 10.5 in pagella per il mastino di Gasperini che si conferma uno dei top difensori di questa stagione. Certezza.

Davide Faraoni è il secondo difensore della squadra. Il capitano del Verona trova il primo gol stagionale con un bel destro sotto la traversa e porta a casa un bel 10. Annata complicata per l’esterno di Juric che sta deludendo le attese dopo la scorsa stagione da top…speriamo si sia sbloccato. Primo di tanti.

Gleison Bremer è il terzo ed ultimo difensore. Il centrale del Torino decide la sfida contro il Cagliari con una bella incornata su angolo e sale a 4 gol in campionato. 10 in pagella e posto da titolare certificato per il brasiliano che è una delle più grandi sorprese della stagione. Goleador a sorpresa.

Due gran gol al volo e due 10 in grande spolvero

Piotr Zielinski è il primo centrocampista della squadra. Il trequartista del Napoli continua il suo campionato ricco di gol e prende 10 anche in casa dell’Atalanta. Il gran gol al volo del polacco, su una palla pazzesca di Politano, risulta inutile visto il 4-2 finale ma resta il gesto e soprattutto il +3. Perla.

Milan Badelj è il secondo nome a centrocampo. Il croato torna al gol dopo circa un anno e si rivela la sorpresa della settimana. Il Genoa di Ballardini non muore mai e, nell’assedio finale contro il Verona, il regista rossoblù pesca il jolly da fuori strappando un 10 e fissando il punteggio sul 2-2. Magia al 90.

Luis Alberto è il terzo centrocampista della squadra. Il 10 della Lazio domina la partita contro la Sampdoria a suon di giocate e strappi palla al piede e decide il match con un destro chirurgico dal limite. 10 in pagella e settimo gol in campionato per lo spagnolo. Mago goleador.

Gaetano Castrovilli è il top centrocampista della settimana. Il numero 10 viola sta vivendo una stagione di alti e bassi ma in soli 45 minuti ha dimostrato di saper decidere una partita. Secondo dopo sontuoso del centrocampista di Prandelli che serve l’assist del vantaggio di Vlahovic e chiude la partita con il gol del 2-0. 12 da sogno e tre punti d’oro per la sua Fiorentina. Riscatto.

Tridente clamoroso

Luis Muriel è il primo attaccante della squadra. Vi avevamo consigliato il colombiano in settimana e anche questa volta non ci ha deluso. Partita assurda del 9 della Dea che entra in tutti e 4 i gol dell’Atalanta e decide la partita. Muriel ne esce con un 12 da sogno e l’ennesima prova super. Nazario.

Lautaro Martinez è il top giocatore della settimana. L’attaccante dell’Inter decide il derby con una doppietta da vero bomber e gioca una partita di quantità e qualità superiori. 8.5 in pagella e 14.5 finale clamoroso per l’argentino. Decisivo.

Cristiano Ronaldo è il terzo attaccante della squadra. Lukaku aveva allungato nel derby e la risposta del portoghese non si è fatta attendere. Doppietta al Crotone, 13.5 in pagella e siamo a 18 in campionato. Inarrestabile.

Flop, due espulsioni e il crollo del Napoli

Ora vediamo l’11 che ha deluso di più questa giornata. Anche questa settimana troviamo tante conferme negative, un top a centrocampo e un consiglio fallimentare.

Serata nera a Bergamo

Alex Meret è il flop portiere della settimana. Il giovane portiere del Napoli, dopo la top 11 della scorsa settimana, finisce tra i peggiori di giornata. Meret subisce 4 gol nello scontro Champions con l’Atalanta e porta a casa un 1.5 da incubo. Dalle stelle alle stalle.

Due espulsioni e due prestazioni horror

Davide Calabria è il primo difensore della squadra. Il terzino del Milan è la sorpresa negativa della settimana. Vista la grande stagione del giovane rossonero non ci saremmo aspettati un suo crollo nel derby e invece è arrivato un 4.5 pesante. Partita storta complicata dalla super prestazione di Perisic che lo ha messo in difficoltà. Incidente.

Mert Cetin è il secondo difensore della flop 11. Il centrale turco entra nella ripresa e regala il gol del pareggio al Genoa con un’ingenuità assurda che lancia a rete Shomurodov. La pagella lo punisce con un 4 secco e siamo sicuro che Juric non gli avrà dedicato parole dolci dopo il fischio finale. Pasticcione.

Aaron Hickey è il flop difensore della settimana. Il giovanissimo terzino del Bologna lascia i suoi in 10 dopo solo mezz’ora per un pericoloso fallo su Muldur e complice la partita. 3.5 finale per lui e bel problema di formazione per la prossima partita vista l’assenza di Dijks per infortunio. Sciagurato.

Kamil Glik è il secondo flop difensore della settimana. Il polacco pareggia il 3.5 del terzino bolognese con una sciocca doppia ammonizione che costringe il Benevento a una partita di estrema sofferenza contro la Roma. Espulsione molto ingenua per un centrale esperto come il leader difensivo delle streghe. Brutto vizio.

Tris di cinque a centrocampo

Tiemoue Bakayoko è il primo centrocampista della squadra. Il mediano del Napoli crolla sotto i colpi dell’Atalanta e viene punito con un 5 secco per la palla persa che lancia in porta Muriel per il terzo gol della Dea. Dopo un buon inizio stiamo iniziando a trovarlo troppe volte nella lista dei peggiori. Troppi errori.

Hakan Calhanoglu è il secondo nome a centrocampo. Il trequartista del Milan conferma questo suo momento di appannamento e si riconferma nella flop 11 per la seconda settimana di fila. Pochi lampi e tante imprecisioni in un derby da 5 per il 10 rossonero. Sottotono.

Francesco Magnanelli è l’ultimo uomo del centrocampo. Il capitano del Sassuolo pasticcia in impostazione e regala il gol del vantaggio ospite nei primi minuti del match. 5 secco per lui che lascia il campo a Traore dopo 45 minuti. Impostazione difficoltosa.

Un consiglio fallito e due prestazioni negative

Borja Mayoral è il primo attaccante della squadra. Lo spagnolo ve lo avevamo consigliato per questa sfida con il Benevento vista la sua super condizione e invece ha deluso. 5 in pagella per la punta della Roma che non riesce a incidere nonostante l’inferiorità numerica dei padroni di casa. Stoppato.

Kevin Lasagna è il secondo nome del nostro tridente. L’attaccante del Verona tradisce ancora una volta e si mangia due gol clamorosi a Marassi. 5 scialbo e anche un po’ generoso per la punta di Juric che è fermo a 2 gol in campionato. Sciupone.

Victor Osimhen è l’ultimo attaccante della squadra. Il nigeriano sta vivendo una stagione sfortunatissima tra mille problemi fisici e contro l’Atalanta ha subito la marcatura stretta di Romero. 5 in pagella per la punta del Napoli che è anche uscito in barella dopo uno colpo alla testa. In attesa del riscatto.

lascia un commento

Your email address will not be published.