League of Legends: Viego disabilitato da LEC per le prossime due week

League of Legends: Viego disabilitato da LEC per le prossime due week

Viego sarà disabilitato per le week 6 e 7 di LEC, il campionato europeo di League of Legends. Perché? Il motivo sono i tanti bug che affliggono il campione. Il Re in Rovina, l’ultimo campione a mettere piede nella Landa degli Evocatori, dovrà aspettare prima di poter splendere nel panorama competitivo.

Sicuramente complesso per il suo kit e nella struttura (soprattutto nelle interazioni), ma questa non può e non deve essere una scusante per gli sviluppatori della Riot Games.

Il campione rimane disponibile per le partite classificate, ma è stato temporaneamente disabilitato per i tornei competitivi e per il mondo dell’e-sports. La motivazione è semplice: questi bug sono capaci di risolvere incredibilmente le partite, e sono definiti “Game breaking”. E un gioco competitivo come League of Legends non può permettersi una tale dimenticanza.

I bug che costringono la riot a disabilitare viego

Sono tanti i bug – da quelli visivi a quelli relativi al gameplay – che affliggono il campione e costringono la Riot a disabilitarlo dalle prossime due week di LEC. La passiva che gli permette di rubare l’anima del campione ucciso e replicarne le mosse, trova alcune difficoltà nella Landa. Un’idea di per sé geniale: infatti il campione è molto divertente; meno il fatto che possa risolvere partite in questo modo.

Maximilian Peter Schmidt, presidente del campionato LEC, afferma che la Riot Games è già al lavoro per la risoluzione di queste problematiche nel più breve tempo possibile. Bisognerà, quindi, aspettare ancora prima di vedere il Re in Rovina nella scena competitiva.

La risoluzione dei problemi avverrà sicuramente prima del lancio dell’evento della Rovina, con protagonista proprio Viego. Gli sviluppatori sono a lavoro per risolvere il problema nel più breve tempo possibile e danno come data utile quella della prossima patch, ma i problemi sono tanti ed il lavoro dovrà essere perfetto.

lascia un commento

Your email address will not be published.