Effetto Outwash ed effetto Upwash – Formula 1

Effetto Outwash ed effetto Upwash – Formula 1

Sentiamo sempre parlare di effetto upwash ed outwash nel mondo della Formula 1. Ma cosa sono esattamente questi due effetti e qual è la loro incidenza su di una monoposto? Scopriamolo inisieme.

Oggigiorno, nell’era della Formula 1 moderna, lo sviluppo aerodinamico ricopre un ruolo fondamentale nella progettazione della monoposto. Le nuove regole imposte dalla FIA hanno spinto gli ingegneri a studiare nuove soluzione che potessero migliorare le prestazioni in pista. Una di queste regole, che prevede una maggiorazione della larghezza dell’ala anteriore, ha permesso una caratterizzazione del concetto di quest’ultima, basata sulla filosofia dell’effetto outwash ed upwash.

EFFETTO OUTWASH

La filosofia dell’effetto outwash, impiegata soprattutto dalla scuderia Ferrari, si basa principalmente sulla deviazione all’esterno delle ruote anteriori del flusso d’aria che impatta l’ala.

Tale soluzione, unitamente al vortice Y250′, ossia il flusso d’aria che si genera nella parte frontale del veicolo tra la mezzeria e la ruota anteriore, ha il compito di allontanare dal corpo vettura le turbolenze generate dagli pneumatici anteriori. Queste turbolenze infatti causano una maggiore resistenza all’avanzamento dell’intera monoposto. La deviazione esterna del flusso d’aria, implica al contempo, una minore quantità di aria che viene convogliata verso il centro della vettura, portando infatti ad una progettazione del muso più largo rispetto alle altre vetture ed ad una semplificazione dei deviatori di flusso posti nella parte centrale della scocca.

EFFETTO UPWASH

Se da un lato Ferrari ha optato per una soluzione out-wash, altre scuderie come ad esempio Mercedes, hanno optato per una soluzione upwash ed inwash, ovvero deviazione del flusso d’aria verso l’alto e verso il centro della monoposto.

In questo caso, il flusso d’aria che investe la vettura è maggiore rispetto la configurazione precedente. A tal proposito, i deviatori di flusso sulla fiancata del veicolo sono progettati in maniera più complessa. Essi sono caratterizzati da numerosi generatori di vortici che servono ad indirizzare il flusso verso il retrotreno del veicolo.

Per concludere, possiamo dire che le soluzioni outwash ed upwash comportano dei metodi di progettazione dei componenti in maniera completamente differente. Quale dei due metodi sia più efficace lo diranno soltanto i risultati in pista.

lascia un commento

Your email address will not be published.