Pagellone calcio estero: Bayern mostruoso, l’Ajax ha chiuso il campionato

Pagellone calcio estero: Bayern mostruoso, l’Ajax ha chiuso il campionato

Al termine di un altro weekend di grandi emozioni non può mancare l’appuntamento di Coast2Coast con il pagellone del calcio estero. Giornata piena di risultati a sorpresa, ma anche di piacevoli e straordinarie conferme, come in Bundesliga, Liga ed Eredivisie. Non sono mancate le goleade, ma quando si scatenano giocatori come Lewandowski o Messi non ci si deve sorprendere.

Uragano Bayern, il psg suona la campanella: ricreazione finita

Sono quasi finiti gli aggettivi per lo strapotere del Bayern Monaco, che in questo anno e mezzo non sta lasciando nulla agli avversari. I bavaresi mantengono il +4 sul Lipsia secondo, mentre gli acerrimi rivali del Dortmund inciampano a Colonia e perdono punti dal quarto posto dell’Eintracht.

In Francia il PSG si prende la testa della classifica battendo 4-2 il Lione e sfruttando la clamorosa sconfitta del Lille. In Inghilterra Leicester, Manchester City, Chelsea e Southampton passano in semifinale di FA Cup, mentre il Tottenham vince nel recupero con l’Aston Villa. Il Barcellona rulla la Real Sociedad con un tennistico 6-1 e tiene il passo dell’Atletico che batte di misura il Cadice (1-0). In Olanda l’Ajax vince con il Den Haag e va addirittura a +11 sul PSV, sconfitto 2-0 contro l’Alkmaar. Ecco il pagellone del calcio estero.

Voto 10…alle goelade di Bayern e Barcellona

In Italia spesso si sente dire che l’espulsione “ha condizionato il match”. Beh, se qualcuno lo dicesse al Bayern Monaco sentirebbe un fragorosa risata da parte dell’intera Baviera. La squadra di Flick, contro lo Stoccarda, si ritrova in dieci al 12′ minuto per l’espulsione di Davies, ma non si fa intimidire. Tra il 17′ e il 39′ liquida la pratica con una tripletta di Lewandowski (35 gol in 26 partite, voto 110 e lode) e la rete di Gnabry. E tanti saluti a chi, come il Lipsia, stava già pregustando una giornata no.

In goleada anche il Barcellona, che in casa della Real Sociedad si impone con un fragoroso 6-1. Lionel Messi incanta con una doppietta, ma a sorprendere maggiormente sono i due gol di Serginho Dest. In gol anche Griezmann e Dembelé, con i catalani che rimangono così a quattro punti dall’Atletico del Cholo Simeone.

Voto 9…al sogno triplete del Manchester City

Il sogno di fare il triplete anche con il Manchester City sembra quest’anno più vivo che mai per Pep Guardiola. I Citizens hanno ormai ammazzato la Premier League, dove hanno quattordici punti (e una gara) in più del Manchester United e sono ai quarti di Champions. La banda di Pep suona che è una meraviglia anche in FA Cup, dove con il 2-0 sull’Everton arriva in semifinale.

Per il City non è facile piegare la squadra di Ancelotti. Tuttavia, se puoi contare su giocatori come Gundogan e De Bruyne è un po’ più facile. Sono proprio loro due, come in Champions contro il Gladbach, a sbrogliare la matassa e a segnare, all’84’ e al 90′, le reti della vittoria.

voto 9…al leicester: non svegliate le foxes

Nella top 4 di FA Cup c’è anche il Leicester. I ragazzi di Brendan Rodgers con una partita perfetta liquidano per 3-1 il Manchester United, che anche in Europa League non era apparso in grande spolvero. Le Foxes, con una doppietta di Iheanacho – ex City – e la rete di Tielemans, volano in semifinale, continuando a cullare il sogno di tornare ad alzare un trofeo. L’unico ostacolo verso la finale rimane il Southampton, vittorioso per 3-0 in casa del Bournemouth.

Il Leicester sta continuando alla grande una stagione che lo vede al terzo posto in Premier League, a un solo punto proprio dallo United secondo.

voto 8…al psg: il ritorno dei campioni

In Ligue 1 è finita la ricreazione. Il PSG con un perentorio 4-2 in casa del Lione si prende la vetta della classifica francese. La squadra di Pochettino segna quattro gol in 52 minuti e chiude la pratica ad una velocità impressionante. La stessa di Kylian Mbappé, autore di una doppietta. Oltre al golden boy del calcio mondiale, a segno anche Danilo Pereira e Di Maria.

Il PSG, dopo l’avvicendamento in panchina tra Tuchel e Pochettino, ha iniziato a correre e ora è in testa a pari punti con il Lille a quota 63. Lille di cui parleremo…nelle insufficienze.

Voto 8…all’ajax già campione

Undici punti di vantaggio con sette giornate da giocare suonano come una sentenza. Se poi, con una partita da recuperare, c’è la possibilità di allungare a 14 si può parlare di campionato finito. L’Ajax con il 5-0 sul Den Haag ammazza definitivamente l’Eredivisie e gode con la contemporanea sconfitta del PSV (voto cinque).

Come sempre nella sua storia, l’Ajax si appoggia su giovani dal sicuro avvenire. Come Devyne Rensch, classe 2003 che segna l’1-0 e Brian Brobbey, classe 2002, che sigla il raddoppio. Ci pensano poi Alvarez e i “vecchi” Tadic e Klaassen a chiudere il pokerissimo del +11.

voto 7…al tottenham che culla il sogno champions

Per quanto fatto in Europa League, con la clamorosa rimonta subita contro la Dinamo Zagabria, gli Spurs meriterebbero un 2 in pagelle. Qui si analizza però il campionato ed ecco che la squadra di José Mourinho reagisce alla grande alla delusione europea con un secco 2-0 in casa dell’Aston Villa.

Il Tottenham con i gol di Carlos Vinicius e di Harry Kane batte i Villans e ora è sesto a sole tre lunghezze dal Chelsea di Tuchel. L’obiettivo Champions League non è ancora sfumato e José Mourinho vorrà raggiungerlo a tutti i costi.

voto 5…allo united sconfitto

Le semifinali di FA Cup vedono un grande assente che risponde al nome di Manchester United. La squadra di Solskjaer, apparsa poco in forma già nel doppio confronto di Europa League con il Milan, perde male il quarto con il Leicester. Ai Red Devils non basta il gol di Greenwood per evitare un 3-1 che deve far riflettere.

voto 5…al psv che molla e si fa raggiungere

Game Over. La vittoria per 2-0 dell’AZ Alkmaar (voto 8) toglie il PSV dai giochi per il campionato olandese. Gli undici punti di distacco sono troppi e la squadra di Schmidt, con un punto nelle ultime due gare, non sembra poter reggere il passo dell’Ajax.

Ad Alkmaar l’Az si impone con una prova autorevole e vince con le reti di Karlsson e Koopmeiners. Il 2-0 consente, inoltre, agli uomini di Jansen di raggiungere proprio il PSV al secondo posto in classifica a quota 55 punti.

voto 4…a Dortmund e leverkusen che rischiano la champions

Avere in squadra un calciatore come Erling Braut Haaland e non centrare la Champions è un peccato mortale. Il Dortmund perde terreno nei confronti dell’Eintracht – quarto con 47 punti – pareggiando contro il Colonia. In casa della terzultima squadra di Bundesliga, gli uomini di Terzic rischiano anche di perdere, ma agguantano il 2-2 al novantesimo con il solito Haaland, uomo della provvidenza e autore di due gol.

Insufficienza pesante anche per il Leverkusen che, invece di sfruttare il pareggio di sabato del Dortmund, si fa battere 3-0 dall’Hertha Berlino, penultimo prima della grande vittoria. Le asprine sono ora a ben sette punti dall’Eintracht e devono guardarsi le spalle perché l’Union Berlino è a soli due punti.

voto 4…a lille e schalke sconfitte

Con la vittoria del PSG sul Lione il Lille, vincendo contro il piccolo Nimes, si sarebbe potuto portare a +6 sui monegaschi e a +3 sui parigini. E invece, perdendo 2-1 in casa contro la terzultima della classe, si fa raggiungere in testa. Ora il duello può assumere contorni del tutto nuovi, con il PSG che sta sentendo l’odore del sangue.

Sconfitta senza appello per lo Schalke, battuto 3-0 dal M’Gladbach e sempre più ultimo. La squadra di Grammozis, con dieci punti in 26 partite, è ormai rassegnata alla retrocessione e ha smesso di lottare.

lascia un commento

Your email address will not be published.