Top&Flop Dunkest G23 LBA 2020/2021

Top&Flop Dunkest G23 LBA 2020/2021

Fortitudo&Treviso: finali thriller. Trento prende il volo, la Virtus suda contro Pesaro. Milano e Venezia (quasi) in scioltezza. Top&Flop Dunkest, è dominio dei lunghi: chi sarà il Coast2Coast MVP della G23 di LBA 2020/2021?

Fortitudo Bologna 71 – 68 Unahotels Reggio Emilia

La Fortitudo ottiene una vittoria fondamentale dopo i recenti malumori derivanti dal blocco degli stipendi voluto dalla società a causa degli scarsi risultati ottenuti. Non è riuscito invece Caja a rialzare Reggio Emilia, che deve incassare la settima sconfitta consecutiva in un partita da finale thriller.

Partita molto equilibrata che ha visto Banks (23-7-3) e Hunt (22-9) protagonisti per i bolognesi, messi a dura prova dall’ex Sims che ha concluso i quattro quarti con una doppia-doppia da 23-10. A nulla però è servito l’apporto del lungo di Reggio Emilia: gli emiliani si sono visti annullare la tripla del possibile pareggio di un fin li deludente Petteri Koponen (0/7 da tre) a soli 5 decimi dalla fine grazie all’Instant Replay (VIDEO).

TOP: Dario Hunt 34.25 pt. Dunkest

FLOP: Petteri Koponen -3 pt. Dunkest

Dolomiti Energia Trento 91 – 67 Germani Brescia

Brescia spazzata via da un’ottima Trento, che ripete quanto di buono visto contro Milano. Primo tempo equilibrato che si conclude sul 46-40 per i ragazzi di coach Molin. Nel secondo tempo, però, i padroni di casa ingranano la marcia e rifilano a Brescia due parziali rovinosi che condannano la squadra dell’ex Buscaglia.

Jacorey Williams sugli scudi con una sontuosa doppia-doppia da 20 punti e 11 rimbalzi che gli vale la nomina di Coast2Cost MVP del weekend. A brillare è anche il bianconero Jeremy Morgan che mette a referto 19 punti (5/9 da tre), ma è tutta la squadra ad ottenere ottime percentuali al tiro (57% da due e 52% da tre). Per Brescia non bastano i 20 punti di Kenny Chery, dovendo fare i conti con un Kalinoski completamente fuori ritmo (2/8 dal campo).

TOP: Jacorey Williams 42.5 pt. Dunkest (✶Coast2Coast MVP✶)

FLOP: Tyler Kalinoski 0.5 pt. Dunkest

VL Pesaro 70 – 75 Segafredo Virtus Bologna

La Virtus stringe i denti contro una Pesaro mai doma e porta a casa 2 punti importanti per consolidare il terzo posto in classifica. Pesaro lotta fino alla fine dopo un inizio incerto, ma deve arrendersi davanti alla superiorità tecnica delle V-Nere. Per Cain e compagni si allontana la zona playoff.

Tra gli ospiti si segnalano le buone prestazioni di Stefan Markovic (7-4-5), che segna la tripla importantissima del +5 a 50 secondi dalla fine, e di Julian Gamble: per lui 11 punti e 7 rimbalzi. Ai padroni di casa non basta l’orgoglio di Marko Filipovity, che chiude la gara con 25 punti. Delfino e Filloy (mai in gara) affondano il team guidato da Repesa.

TOP: Stefan Markovic 23.2 pt. Dunkest

FLOP: Ariel Filloy -6.8 pt. Dunkest

Vanoli Cremona 85 – 86 de’ longhi Treviso

Partita pazza a Cremona con Treviso che strappa la vittoria grazie al buzzer beater dell’ex Akele (VIDEO). È proprio lui a punire i padroni di casa che a un certo punto della gara si sono trovati sotto di addirittura 23 punti, non riuscendo però poi nell’impresa.

Cremona resta a galla grazie a Jaylen Barford che si carica sulle spalle la squadra concludendo con 33 punti e 8 rimbalzi (29.5 pt. Dunkest), mettendo da parte un irriconoscibile Mian. Il solo Barford non è sufficiente a fermare Treviso che manda a referto 4 giocatori sopra i 15 punti. Tra gli ospiti brillano Matteo Imbrò (18-2-3) e il lungo Mekowulu, che sfiora la doppia-doppia grazie a 15 punti e 9 rimbalzi, oltre a ben 4 stoppate date.

TOP: Christian Mekowulu 30.75 pt. Dunkest

FLOP: Fabio Mian -7.5 pt. Dunkest

A|X Olimpia Milano 70 – 57 Pallacanestro Cantù

Tutto facile per l’Olimpia Milano che si aggiudica il derby lombardo senza troppi patemi. Il primo tempo termina con Cantù in svantaggio di 10 punti. Nel secondo, invece, il dominio delle scarpette rosse non permette l’aggancio, nonostante un parziale subito di 11-0. Minimo sforzo, massima resa.

Milano la vince grazie agli italiani Riccardo Moraschini (10-1-5) e Gigi Datome (12-1-4) insieme a un ottimo Shields. Ma a registrare il punteggio Dunkest più alto della gara è Jeff Brooks (11-4-3). Per gli ospiti invece continua il buon momento del giovane Jordan Bayehe (12-0-5) che abbiamo analizzato nella nostra rubrica “Occhi puntati su…”. Senza idee invece Jaime Smith, da cui i canturini si aspettano un ruolo da leader.

TOP: Jeff Brooks 20 pt. Dunkest

FLOP: Jaime Smith 1.5 pt. Dunkest

allianz Trieste 69 – 87 Umana Reyer Venezia

Venezia vince e tiene lontana Trieste dal quinto posto. Primo tempo alla pari tra le due squadre che vanno all’intervallo sul punteggio di 38-41. Nel secondo tempo però Venezia sembra avere una scintilla in più e nonostante i tentativi della compagine triestina, riesce a chiudere con uno scarto di 18 punti.

Ottima prestazione dell’italiano Stefano Tonut che chiude con 23 punti e un pazzesco 6/8 da tre, condito da 7 rimbalzi. Non di meno sono stati Wes Clark (16 punti) e Mitchell Watt (12-8). Per i ragazzi allenati da Dalmasson si salvano solo DeVonte Upson, grazie anche ai suoi 16 punti, e Milton Doyle (15-3-5).

TOP: Mitchell Watt 25.75 pt. Dunkest

FLOP: Juan Manuel Fernandez -2.5 pt. Dunkest

happy casa Brindisi – Dinamo Sassari (rinviata)

Il Big Match di questa giornata di LBA è stato rinviato a causa di positività riscontrate nel gruppo squadra di Coach Pozzecco, che ha costretto la Dinamo alla quarantena. Si tratta della seconda gara posticipata dopo il rinvio predisposto dalla lega la settimana scorsa della partita contro la Dolomiti Energia Trento.

lascia un commento

Your email address will not be published.