Occhi puntati su…Cade Cunningham, dalla March Madness all’NBA

Occhi puntati su…Cade Cunningham, dalla March Madness all’NBA

Cade Cunningham ora può davvero pensare al suo futuro NBA. Dopo un’ottima stagione collegiale e l’uscita pochi giorni fa dalla March Madness, iniziano le previsioni per il prossimo draft in cui sarà uno dei protagonisti.

I SUOI COWBOYS FUORI AL SECONDO TURNO

Non è bastata l’ennesima prestazione super della sua stella per evitare l’eliminazione. Oklahoma State è fuori dalla March Madness. Fatale la sconfitta nel secondo turno per 80-70 contro Oregon State, nonostante i 24 punti con 4 triple e 5 recuperi del nativo di Arlington. Cade Cunningham è il ragazzo più chiacchierato d’America, cestisticamente parlando, e sembra che la sua esperienza collegiale vada verso la fine. Per lui le porte del draft sono spalancate ed è uno dei maggiori indiziati per essere la prima scelta.

UNA STAGIONE DA TRASCINATORE

Il classe 2001 ha permesso ai suoi Oklahoma State Cowboys di raggiungere il torneo più prestigioso a livello collegiale. Una squadra senza grandi talenti quella di coach Mike Boynton. Senza Cunningham verosimilmente non avrebbe raggiunto un traguardo importante come il secondo turno del torneo. Il ragazzo Texano ha registrato una stagione esaltante. Ciò gli ha permesso di essere inserito nel quintetto ideale dell’anno oltre che essere nominato freshman e giocatore dell’anno della BIG 12 Conference, divenendo il quarto giocatore di sempre dopo Kevin Durant, Micheal Beasley e Marcus Smart a vincere entrambi i premi. È stato anche il terzo di sempre della conference a realizzare almeno 25 punti, 5 rimbalzi e 5 assist in una partita. Con le medie stagionali di 20.1 punti, 6.2 rimbalzi e 3.5 assist è in testa ai mock draft 2021.

UN ANNO DI PREPARAZIONE IN VISTA DELL’NBA

In estate aveva scelto di giocare in NCAA invece di tentare un’esperienza all’estero o in G-League. Scelta rivelatasi azzeccata visto che dopo gli anni di High School a MontVerde, in Florida, in questa stagione è cresciuto molto e non solo tecnicamente. Dopo una serie di ottime prestazioni, tra cui spicca una da 40 punti e 11 rimbalzi nel derby contro Oklahoma, si è conquistato un paragone di tutto rispetto con Luka Doncic. Anche per alcune similitudini fisiche e di gioco. Cade Cunningham (202 centimetri per 100 kg) è un playmaker con un ottimo tiro dalla lunga e dalla media distanza, grandi doti da “clutch player” e leadership da futuro uomo franchigia NBA. L’esplosività non è la parte migliore del suo repertorio ma compensa ciò con una vigoria che gli permette di reggere i confronti fisici contro tutti i suoi avversari.

TESTA A TESTA CON MOBLEY

Gli indiziati per la prima scelta sono Cunningham e Evan Mobley, altro talento che milita in NCAA con i Trojans. Vedremo come andrà a finire; certo è che Cade sembra avere qualcosa in più anche dal punto di vista mentale. Già papà di una bambina di 2 anni, si è mostrato per tutta la stagione molto maturo anche fuori dal parquet. Messo a confronto con molti dei suoi coetanei, la prima scelta sembra sempre di più affar suo.

lascia un commento

Your email address will not be published.