Occhi puntati su…Victor Wembanyama, il “big man” di Nanterre

Occhi puntati su…Victor Wembanyama, il “big man” di Nanterre

Il pubblico italiano aveva avuto modo di vederlo all’opera nel Mondiale under-16 di due anni fa e già in quel caso molte antenne avevano captato un probabile fuoriclasse. Ora l’enfant prodige francese Victor Wembanyama sta conquistando il suo paese ed è sul taccuino di molti scout NBA in vista del draft 2023.

DNA DA PREDESTINATO

Classe 2004, padre talento del salto in lungo e madre giocatrice, già questo biglietto da visita aveva messo in primo piano nella vetrina europea questo giovane fenomeno. La madre gli è sempre stata accanto sin da piccolo quando praticava calcio e judo, trasmettendogli la passione per il basket, vedendolo crescere nel Entente Le Chesnay-Versailles prima di trasferirsi al Nanterre all’età di 10 anni.

DIAMANTE GIÀ SGREZZATO

Victor è un’ala grande di 2.18 cm per 95 chili dotata di grande tecnica e pulizia di tiro anche da oltre la linea dei tre punti. In molti lo avevano già notato ad Udine durante il mondiale under-16 nel 2019. In quella manifestazione fu assoluto protagonista grazie al secondo posto tra i marcatori della squadra (9 punti a partita) e il quinto tra i rimbalzisti del torneo (10 a sera) con oltre 5 stoppate a partita. Grazie a questi numeri ha contribuito alla finale, poi persa con la Spagna, conquistata dalla sua nazionale.

PRESENTE IN FRANCIA

Ha debuttato con il Nanterre 92 in LNB PRO A (prima serie) a fine settembre con una super prestazione da 22 punti, 18 rimbalzi e 5 stoppate. A fine ottobre invece è arrivato l’esordio in National Masculine 1 (terza serie francese) con la squadra del Centre-Fédéral mandando a referto 22 punti, 10 rimbalzi e 7 stoppate. Qualche giorno fa l’originario di Le Chesnay è tornato in campo nel campionato under-20 dopo tre mesi di stop per via di una frattura da stress al perone. Buona prestazione condita da 10 punti e 8 rimbalzi in 15 minuti.

OCCHI AL DRAFT NBA 2023

Molti addetti ai lavori hanno segnato il nome di Victor Wembanyama come prima scelta per il draft 2023, il primo in cui sarà eleggibile poiché avrà 19 anni. In tanti lo paragonano a Rudy Gobert, centro francese degli Utah Jazz, con il quale ha girato un video durante un 2vs2 a casa di Victor a Nanterre. Un cammino da predestinato per un ragazzo che sembra l’indiziato ideale per proseguire la grande dinastia, iniziata con il grande Tony Parker, dei giocatori transalpini in America.

lascia un commento

Your email address will not be published.