Mini, la nuova Safety Car della Formula E è da capogiro

Mini, la nuova Safety Car della Formula E è da capogiro

La Mini ha ufficialmente presentato la nuova safety car di Formula E. La nuova nata della casa britannica, controllata dal gruppo BMW, andrà a sostituire proprio una BMW, la i8.

SCOPRIAMO INSIEME QUESTO GIOIELLINO

Analizziamo innanzitutto il nome: si chiama Mini Electric Pacesetter. Da questo già è intuibile che si tratta di una vettura elettrica, in pieno stile Formula E dunque. La macchina nasce su base Mini Cooper JCW GP ma, in quel di Monaco di Baviera, hanno apportato delle modifiche significative.

La prima è appunto il motore: si va a perdere il 2.0L turbo da 306CV, in favore di un’unità elettrica capace di 135Kw. Questo le permette di staccare lo 0-100km/h in soli 6,7s. Altro dato rilevante per una safety car, è il tempo in cui viene coperto l’80-120km/h, e la nuova Mini impiega 4,3s. Per portarla in pista inoltre, è stata alleggerita fino ad arrivare ai 1.230Kg. Il tutto si tramuta in una macchina capace di adattarsi perfettamente alla pista.

L’auto poi è fornita di numerose soluzioni tecnologiche per potersela cavare egregiamente davanti alle Formula E. Le sospensioni sono: coilover da corsa a tre vie regolabili in estensione, compressione, altezza e campanatura. Questo conferisce al pilota che la guida uno spiccato “go-kart feeling”. Le carreggiate sono maggiorate di 10mm, i freni sono quelli a quattro pistoncini della JCW GP, le gomme sono invece delle Michelin Pilot Sport. La particolarità? Sono gli stessi che montano le vetture di FE.

la parte estetica

Vi è poi da considerare la parte estetica. La nuova MIni Electric Pacesetter denota una certa presenza, a tratti quasi aggressiva. Sicuramente il progetto non è basato su una supercar ma su una “semplice” Mini JCW, eppure si ha l’impressione di essere di fronte ad un vero e proprio capolavoro.

Gran parte dell’effetto proviene dalle appendici aerodinamiche, dall’enorme alettone posteriore, dai passaruota maggiorati e dai cerchi in lega 18″ in colorazione Highspeed Orange. Decalcomanie e luci sul tetto completano infine un’auto particolarmente ben riuscita.

Non resta che aspettare in azione: il suo debutto è fissato per il prossimo 10 aprile all’E-Prix di Roma…
Tenetevi pronti!

lascia un commento

Your email address will not be published.