La rinascita di Kyle Kuric: l’uomo che ha vinto contro il destino

La rinascita di Kyle Kuric: l’uomo che ha vinto contro il destino

Sinonimo di resilienza, Kyle Kuric ha beffato il destino diventando uno dei migliori giocatori in Spagna

La storia che vi racconterò oggi è degna dei migliori romanzi. Una di quelle a lieto fine, ma che fanno piangere. Una di quelle così travolgenti che arrivato alla fine ti senti ricco. È la storia di un Uomo che ha sconfitto il male, che ha trovato nella famiglia e nel basket la forza di continuare a vivere. È la storia di Kyle Kuric, l’uomo che sta vivendo la terza vita.

Kyle Kuric festeggiato dai compagni
Fonte: giocopulito.it

Chi È Kyle Kuric?

Kyle nasce a Evansville il 25 agosto 1989. Fin da piccolo il basket gli scorre nelle vene, tant’è che dopo essersi diplomato con ottimi voti viene selezionato dai Louisville Cardinals. In NCAA trascorre 4 anni ricchi di soddisfazioni, culminati con il raggiungimento della Final Four del 2012. Oltre che nello sport, Kyle si impegna anche nel sociale, fondando la Kyle’s Korner for Kids, un’associazione che si occupa di procurare giocattoli ai bambini ricoverati in ospedali pediatrici. Nell’estate 2012 decide di trasferirsi in Spagna, nell’Estudiantes, per intraprendere la carriera da professionista. E dopo due anni si trasferisce al Gran Canaria di Las Palmas.

Tutto sembra svolgersi per il meglio, la vita perfetta di Kyle Kuric. Poi, come ogni storia degna di nota, l’ostacolo.

Novembre 2015, l’inizio di un incubo

Nella sua carriera in ascesa, nel Novembre 2015 è arrivata la schiacciata da parte del destino.

Tutto comincia i primi di Novembre a Vitoria, in occasione del match in trasferta del contro il Laboral. Kyle dovrebbe scendere in campo, ma un’emicrania fortissima lo blocca e gli fa saltare la gara. Il mal di testa continua a tormentarlo, imperterrito, tant’è che Kyle deve ricorrere a una visita medica. Inizialmente sembra una normalissima emicrania, ma poi, sottoposto a risonanza magnetica, scopre la triste realtà: meningioma, un tumore cerebrale, che richiede un’operazione immediata.

Meningioma: una parola che avrebbe pietrificato chiunque. Una diagnosi che avrebbe messo in ginocchio ogni individuo. Non lui.

L’intervento è rischioso, non sa in che condizioni si troverà in seguito all’operazione.

Il 5 novembre 2015 Kyle viene sottoposto a due operazioni consecutive. Tutti si stringono attorno a Kyle, attendendo l’esito dell’intervento. Finchè non arriva il responso dei medici: operazione riuscita.

Kyle Kuric con i figli
Kyle Kuric con i figli

Il 30 novembre Kyle va nuovamente sotto i ferri per la ricostruzione della volta cranica.E 10 giorni dopo viene finalmente dimesso. Può tornare a casa, l’incubo è finito.

La rinascita

Kyle ha ancora un obiettivo davanti a sé: tornare a giocare. Nessun cestista prima di lui è mai stato sottoposto ad un’operazione simile, quindi lui stesso non sa come risponderà il suo corpo. Eppure, inizia a lavorare sodo per tornare a giocare col suo Las Palmas.

Dopo essere tornato davanti ai tifosi nel Dicembre 2015 in uno dei momenti più emozionanti del periodo, ecco il miracolo, la resilienza concreta. Il 10 aprile torna finalmente in campo: 11 minuti che per lui valgono una vittoria.

La vera sorpresa, comunque, arriva 9 mesi dopo l’operazione. Nel Settembre 2016 si disputa la Supercoppa Spagnola, e qui Kyle consacra il suo ritorno in campo.

Non solo guida Gran Canaria alla vittoria della coppa contro pronostico, ma viene eletto MVP.

kyle kuric mvp
Fonte: enCancha.com

Un riconoscimento inaspettato e meritatissimo, dovuto a due prestazioni mostruose. La prima, in semifinale, contro il Laboral a Vitoria, là dove il male aveva mosso i primi passi. La seconda, in finale, contro il Barcellona in terra catalana, proprio lì dove la sua vita aveva rischiato di spegnersi.

Dopo quel miracolo, Kyle Kuric continua la sua ascesa nel basket spagnolo, ed europeo. Nel 2018 il giocatore entra a far parte del roster del Barcellona, diventando uno dei protagonisti della squadra.

Una storia che tocca le corde più profonde dei nostri cuori.

Kyle Kuric ha sconfitto la malattia, è rinato.

lascia un commento

Your email address will not be published.