NFL Playoffs: Championship Sunday

NFL Playoffs: Championship Sunday

E alla fine rimasero in quattro. Il Championship Sunday è sicuramente uno degli eventi che nella storia della NFL ha regalato maggior spettacolo e imprevedibilità. Le due migliori squadre della AFC e le due della NFC si sfidano per la conquista del titolo della Conference ma soprattutto per l’accesso al Super Bowl. Analizziamo le due gare, che si preannunciano scoppiettanti.

NFC: Tampa Bay Buccaneers@Green Bay Packers, h.21.05

Buccaneers

Dalle parti della Florida non si vedeva una stagione vincente da 4 anni, una con almeno dieci vittorie da 10, i playoff dal 2008, un Championship Game dall’unica volta che la franchigia ha vinto il Lombardi Trophy, nel 2002. Poi, è arrivato Tom Brady. Nonostante i dubbi sull’età, sul fatto che avesse giocato sempre e solo per un solo allenatore, il numero 12 si è preso in mano la squadra week dopo week e l’ha trascinata ai playoff con un record di 11-5. Il merito di questo successo va riconosciuto anche al GM Jason Licht e al Coach Bruce Arians che hanno saputo costruire un attacco su misura per Brady, affiancandolo a una difesa già molto quotata. E il Super Bowl quest’anno si giocherà proprio a Tampa…

Packers

Se da una parte c’è Brady, dall’altra c’è Aaron Rodgers. La copertina di questa partita è inevitabile: semplicemente il meglio della storia. I Packers hanno disputato una stagione pazzesca, potendo contare sulla connessione Rodgers-Adams che ha letteralmente sbaragliato difese su difese nel corso dell’anno. Per il quarterback una stagione leggendaria da 48 touchdown e circa il 70% di passaggi completi. Sembrerà strano ma quest’anno, per la prima volta in carriera, Rodgers avrà la possibilità di giocarsi il Championship in casa, al gelo del leggendario Lambeau Field. Nonostante la presenza limitata di pubblico, anche questo sarà un fattore.

La partita

Nonostante lo scontro di regular season di metà ottobre in cui i Buccaneers inflissero a Rodgers & Co. la prima delle tre sconfitte stagionali, i Packers visti nel Divisional Round contro i Rams – la miglior difesa della lega – sembrano inarrestabili e sono sicuramente i favoriti. La chiave di volta per i Bucanieri sarà ripetere, se non migliorare, la brillante prestazione difensiva dello scorso weekend che ha messo fine alla stagione, e verosimilmente alla carriera, di Drew Brees. Un ruolo decisivo sarà giocato anche dai rushers di Green Bay che dovranno essere in grado di mettere pressione su Brady, Za’Darius Smith su tutti.

AFC: Buffalo Bills@Kansas City Chiefs, h. 00.40

Bills

Quello che sta vivendo la Bills Mafia, scatenata e pittoresca fanbase di Buffalo, è un vero e proprio sogno. Dopo anni di delusioni all’ombra dell’ingombrante presenza divisionale di Brady, da qualche anno i Bills hanno avviato un serio progetto di ricostruzione guidato dall’ottimo lavoro di Brandon Beane e del capo allenatore Sean McDermott che, dopo 17 anni di astinenza, ha riportato la franchigia in postseason per 3 volte in 4 stagioni. Il roster messo in piedi da Beane ha permesso l’esplosione di Josh Allen, 24enne QB dall’università del Wyoming, autore di un’annata che a Buffalo non vedevano dai tempi di Jim Kelly. Per questi Bills, the sky’s the limit.

Chiefs

I campioni in carica non hanno bisogno di molte presentazioni. Patrick Mahomes, il QB del futuro che in 3 anni da titolare ha portato i Chiefs per 3 volte al Championship, è stato MVP della NFL e ha vinto un Super BowI. Travis Kelce, il Tight End più forte del momento, uno dei migliori della storia. E poi ancora Tyreek Hill, Tyrann Mathieu… Ma, lo sport è imprevedibile ed ecco che lo schock per Kansas si è materializzato all’inizio del terzo quarto del Divisional quando Mahomes, colpito duramente da un avversario, ha barcollato ed è uscito dal campo per una commozione cerebrale. La star dei Chiefs sarà in dubbio fino all’ultimo minuto e le sue condizioni valutate giorno per giorno.

La partita

La presenza o l’assenza di Mahomes non può che essere determinante nella lettura di questo Championship Game. Premettendo che la salute è importante che sia messa al primo posto, uno scontro tra Mahomes e Allen con i loro formidabili attacchi, è esattamente quello che tutta l’America sogna. La partita potrebbe davvero risultare spettacolare e ad alto punteggio. In caso contrario sarebbe il QB al 12° anno Chad Henne a prendere le redini dell’attacco: non è come il numero 15 ma il meccanismo offensivo disegnato dall’head coach Andy Reid è talmente ben oliato che, verosimilmente, sarebbe in grado di giocarsela anche con il backup quarterback. Una cosa è certa, i Bills dovranno dare l’anima in ogni caso per strappare il biglietto per Tampa.

lascia un commento

Your email address will not be published.