Coast2Cost: Atalanta da record, ricavi in crescita nel 2020

Coast2Cost: Atalanta da record, ricavi in crescita nel 2020

Atalanta da record: in un momento calcistico difficile in cui le società fanno fatica ad avere introiti, anche con le voci della Superlega, l’Atalanta si dimostra ancora una volta club in grado di gestire sapientemente i conti, senza rinunciare a risultati sportivi degni di nota.

Il bilancio della Dea, chiuso il 31 dicembre 2020, ha fatto registrare un nuovo record di ricavi per il club: 241,9 milioni di euro, in netto aumento (+28.7%) rispetto al 188 milioni del 2019.

Si tratta del quarto club per fatturato in Italia, dietro a Juventus (573 milioni), Inter (372 milioni) e Napoli (274 milioni) e davanti al Milan (192 milioni).

ricavi da record, plusvalenze in crescita

La Coppa dalle grandi orecchie ha spinto i ricavi della Dea alle stelle negli ultimi due anni; grazie alla loro partecipazione alla UEFA Champions League i proventi televisivi sono arrivati a 117 milioni di euro. Cifra in aumento del 30% rispetto al 2019 in cui a bilancio i diritti televisivi erano 90 milioni di euro.

In crescita anche le plusvalenze, che sono passate dai 38 milioni di euro del 2019 ai 68 milioni del 2020. Spinte in primis dalla cessione di Dejan Kulusevski alla Juventus che ha permesso al club bergamasco di registrare una plusvalenza di oltre 34 milioni di euro.

In calo, invece, i ricavi da stadio che sono scesi dai 13,5 milioni del 2019 ai 6,7 milioni del 2020. Interessante notare come solo la sfida di Champions League tra Atalanta e Valencia del 19 febbraio 2020, poco prima del lockdown, abbia registrato 2,3 milioni di introiti.

Il nuovo Gewiss Stadium – Fonte: Atalanta.it

Bilancio 2020: i costi della dea

Per quanto riguarda, invece, i costi della produzione il dato è in crescita a 166 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2019). In particolare, le spese legate al personale sono state pari a 74 milioni di euro, di cui 57 milioni in compensi contrattuali per i calciatori atalantini, praticamente quanto il salario lordo di Cristiano Ronaldo per la Juventus.

Interessante notare come alla voce “costi per godimento di beni di terzi”, pari a 4 milioni di euro rientra il costo sostenuto dal club bergamasco per disputare il match di Champions League contro il Valencia allo stadio Giuseppe Meazza di Milano. É la voce con il costo maggiore pari a 335 mila euro.

Nonostante l’effetto negativo del Covid che ha colpito la gran parte delle società di Serie A, la Dea è riuscita a chiudere il bilancio in utile per la quinta volta consecutiva con 51 milioni di euro, dato addirittura in crescita rispetto agli oltre 26 milioni del 2019.

Pensi che l’Atalanta stia proseguendo nella giusta direzione? Potrebbe ambire a qualcosa di più anche dal punto di vista sportivo? Dicci la tua nei commenti #coast2cost

lascia un commento

Your email address will not be published.