Mass Damper, cos’è e come funziona – F1

Mass Damper, cos’è e come funziona – F1

Siamo nel 2005, esattamente al Gran Premio di Monza. La F1 veniva da un dominio quinquennale targato Ferrari, che vedeva in Michael Schumacher l’artefice dei suoi successi. Colui che aveva riportato l’iride a Maranello dopo 21 anni.

In quel Gran Premio, gli ingegneri Renault, capitanati da Rob Marshall introdussero sulla R25, vettura laureatasi campione del mondo a fine stagione con Fernando Alonso, il Mass Damper. Ivi vedremo cos’è e come funziona questo oggetto che fu molto discusso e pertanto vietato dalla Fia nella stagione seguente.

Mass damper, cos’è?

Il Mass Damper è un cilindro sigillato situato in posizione verticale nella parte anteriore del telaio (ogiva).

All’interno del cilindro c’è un disco inserito tra due molle elicoidali il tutto immerso nell’olio. Il disco, che nel caso della Renault pesava intorno ai 9 kg, è libero di muoversi su e giù all’interno del cilindro vincolato dalle molle a bassa velocità e dal fluido.

funzionamento del sistema

Il funzionamento del Mass Damper è molto semplice. Come suggerisce il nome stesso, serve a smorzare le vibrazioni della monoposto.
Le irregolarità del tracciato in corrispondenza della zona di contatto dei pneumatici provocano un movimento della monoposto in direzione verticale. Il disco mobile all’interno del Mass Damper reagisce a quel movimento in direzione opposta in un modo determinato dal suo peso e dall’azione delle molle e dell’olio smorzante. Si genera così sulla vettura una forza di direzione contraria (verso il basso) che tende a schiacciare nuovamente l’auto verso il suolo.

Quindi, fondamentalmente, uno smorzatore di massa riduce le vibrazioni e il piching (picchiata) dell’auto e aiuta a stabilizzare la parte anteriore della monoposto. Specialmente quando l’auto tocca un cordolo ad alta velocità e più efficacemente in uscita di curva.

Risultato? Elevata aderenza in curva ed in uscita da essa e macchina più ‘facile’ da guidare in quanto risente in maniera minore delle vibrazioni.



lascia un commento

Your email address will not be published.