Occhi puntati su…Alessandro Pajola, il futuro della Virtus Bologna?

Occhi puntati su…Alessandro Pajola, il futuro della Virtus Bologna?

Alessandro Pajola trascina la Virtus Bologna alle semifinali scudetto con una super prestazione contro Treviso: che rimonta per gli Emiliani!

ALESSANDRO PAJOLA, L’ORO DELLA VIRTUS BOLOGNA

Nonostante il -15 all’intervallo, la Virtus Bologna stacca il pass per le semifinali playoffs dopo una gara 3 in cui Treviso ha venduto cara la pelle. Rimonta avvenuta grazie ad una super prestazione del play Alessandro Pajola, che ha messo in scena un bel duello con l’eterno David Logan.

L’azzurro è autore di una gran prova offensiva grazie ai 25 punti, 7 assist, 2 rimbalzi e 29 di valutazione in 29 minuti. In una partita in chiaroscuro per Marco Belinelli, il coach degli emiliani Sasha Djordjevic trova nel suo playmaker la chiave per riaprire il match. Ad inizio secondo tempo schiera in campo un quintetto con Markovic, Pajola, Abass, Hunter e Gamble che apre un parziale di 8-0. Le Vu Nere rientrano in partita e la sigillano dopo un overtime, grazie alla tripla di Belinelli che a 12” dalla fine lancia i suoi verso la vittoria.

PAJOLA, UN PREDESTINATO?

Alessandro Pajola è un playmaker ben strutturato fisicamente (194 cm per 89 kg), classe 1999 originario di Ancona. É tra le fila bolognesi dal 2015, stagione in cui ha esordito in Serie A contro l’Olimpia Milano. A fine stagione la Virtus retrocede in A2 e Alessandro rimane in Emilia, aumentando il suo minutaggio e contribuendo al ritorno nel massimo campionato dei bolognesi.

Dopo tre stagioni di buon utilizzo in A, quest’anno si è affacciato alla sua prima serie di playoff alzando notevolmente le sue statistiche registrate in campionato. Da una stagione regolare conclusa con 6 punti, 2.5 rimbalzi e 3.5 assist di media a partita, ora ha sostanzialmente raddoppiato le sue medie arrivando a 13 punti, 2.7 rimbalzi e 5 assist ad allacciata di scarpa in postseason. Per lui è già arrivato anche l’esordio in Nazionale maggiore, nella bolla di Tallinn, contro la Russia in cui ha messo a segno 5 punti. Poche possibilità di vederlo al preolimpico, ma in futuro siamo certi che avrà molto spazio tra le fila azzurre.

ORA LA SUPER SERIE CONTRO BRINDISI

Superati i quarti di finale ora la Virtus affronterà l’Happy Casa Brindisi, che ha elimiato in tre gare Trieste, iniziando la serie sabato 22 in terra pugliese.

Si prospetta una serie apertissima. La seconda forza del campionato, Brindisi, che ha raggiunto per le prima volta nella sua storia la semifinale scudetto, e la Virtus che ha chiuso la stagione al terzo posto daranno battaglia per raggiungere la finale. Riuscirà Alessandro Pajola a risultare ancora decisivo per la sua Virtus? Ne vedremo delle belle!

.

lascia un commento

Your email address will not be published.