Virtus Bologna da record in finale e con i Raptors nel futuro

Virtus Bologna da record in finale e con i Raptors nel futuro

La Virtus Bologna festeggia, con un record in finale importante, il 16esimo scudetto vent’anni dopo l’ultimo successo.

EGUAGLIATO IL RECORD DELLA MONTEPASCHI SIENA

“Il 90% delle persone mi dava del pazzo”, ha detto coach Menetti, che aveva pronosticato una vittoria della Virtus Bologna all’inizio dei playoff. Successo che è frutto della lavoro degli ultimi due anni e che quest’anno ha permesso di sfiorare addirittura l’accesso all’Eurolega (anche se le chance di una wildcard sono ancora aperte). La stagione si è conclusa nel migliore dei modi: Virtus Bologna che registra il record di vittorie nei playoff (10 su 10 gare disputate) da quando si gioca la finale alla meglio di 7. Prima solo la Montepaschi Siena ci era riuscita nelle stagioni 2008/2009 e 2009/2010.

L’UOMO CHIAVE

Questo è il primo tricolore per tutti i giocatori di Bologna tranne che per Belinelli (con la Fortitudo 2004/2005) e Abass (con Milano 2017/2018). Tra tutti però l’uomo simbolo di questo successo è senz’altro Milos Teodosic. Grazie alle sue prestazioni stratosferiche è riuscito a condurre Bologna alla conquista di un trofeo che mancava da troppo tempo in una piazza come questa. Adesso il talento serbo è corteggiato dalle grandi dell’Eurolega. Si parla infatti nelle ultime ore di un interessamento dell’Anadolu Efes e del CSKA Mosca, che vuole trovare un sostituto per Mike James, attualmente impegnato nella corso playoff con i Brooklyn Nets.

DALL’ANNO PROSSIMO BOLOGNA PARLERÀ SPAGNOLO?

I colloqui con Aleksandr Djordjevic sono costanti e si sta valutando il futuro, ma alla finestra del coach ci sono il Partizan Belgrado e l’Unics Kazan (la squadra che ha sconfitto Bologna in EuroCup). Secondo Repubblica le chance di permanenza del coach serbo sono sotto il 30%. Ecco allora che Bologna è pronta a ballare il flamenco e si lanciata alla rincorsa a Sergio Scariolo. Il vice-allenatore dei Toronto Raptors sarebbe già pronto ad accettare un triennale con mantenimento dell’incarico della Nazionale Spagnola.

lascia un commento

Your email address will not be published.