Damian Lillard ai Lakers: questo matrimonio s’ha da fare?

Damian Lillard ai Lakers: questo matrimonio s’ha da fare?

Una squadra che deve ritrovarsi dopo una stagione difficile, ed un giocatore che forse ha dato tutto ciò che poteva dare alla sua squadra, e che ora ha voglia di vincere altrove. Le strade di Damian Lillard e dei Lakers possono incrociarsi?

QUELLA FOTO CON LEBRON…

La foto ha fatto il giro dei social, dando inizio al turbine di voci e fantasie su una possibile coesistenza dei due in maglia gialloviola. LeBron James e Damian Lillard si sono ritrovati a bordo campo durante la partita della WNBA tra Sparks e Aces nella città degli angeli. Le situazioni dei due sono differenti, ma con lo stesso obiettivo: tornare in finale NBA per alzare quello che sarebbe il quinto anello per LeBron, e dimostrare di non essere solo un grande giocatore, ma anche un vincente, per Damian Lillard.

I DUBBI DI LILLARD SULLA PERMANENZA A PORTLAND

Nonostante l’arrivo del nuovo allenatore, Chauncey Billups, Damian Lillard non è convinto della sua permanenza in Oregon. La squadra avrebbe bisogno di più innesti per competere fino alla fine della stagione, senza eclissarsi come sempre ai primi turni di playoff. Sembra che il trentunenne stia spingendo per ottenere una trade. La guardia di Oakland arriva da una delle migliori stagioni della sua carriera, chiusa con le medie di 28.8 punti, 7.5 assist e 4.8 rimbalzi a partita.

LAKERS E NON SOLO

Non ci sono solo i Lakers però tra i petali della rosa che Lillard sfoglierà per decidere la sua nuova destinazione. I Boston Celtics pensano ad una cessione di Jaylen Brown per arrivare alla star dei Trail Blazers. I Knicks invece credono che number zero possa essere il punto di ripartenza per un progetto che già quest’anno ha dimostrato di avere basi solidissime. Anche Philadelphia sembra interessata al giocatore, e cercherà di inserire nella trade Ben Simmons, giocatore in cui ormai i 76ers ripongono sempre meno fiducia.

L’estate sarà lunga e calda per Damian, vedremo se varrà di più la sua perseveranza nel seguire il progetto Portland o la sua voglia di mettersi al più presto l’anello al dito.

lascia un commento

Your email address will not be published.