Il mercato dei coach NBA si infiamma: ecco cosa sta succedendo

Il mercato dei coach NBA si infiamma: ecco cosa sta succedendo

Nel clou della stagione, con le finali di conference da decidere, impazza il mercato degli allenatori NBA. Tra rivoluzioni e addii storici, che situazione ci aspetta nella prossima stagione?

IL MERCATO DEI COACH NBA ENTRA NEL VIVO: BOSTON HA UN NUOVO CAPO

Brad Stevens ha preso la sua prima decisione importante da capo della dirigenza dei Celtics: il nuovo allenatore sarà Ime Udoka. Cresciuto sotto l’ala di Gregg Popovich, l’ex assistente dei Nets sarà alla prima esperienza da capo allenatore, dopo sette anni sotto il coach degli Spurs e un anno al fianco di Brett Brown a Philadelphia. Il coach 43enne, dopo varie esperienze da giocatore, è stato al fianco di Popovich ai Mondiali 2019, in cui ha avuto modo di stringere un buon rapporto con Tatum, Brown e Smart, i tre pilastri su cui poggerà i suoi nuovi Celtics.

BASTERÀ BILLUPS per convincere LILLARD?

Sono in contatto da settimane, e magari tra una chiacchiera e l’altra l’ex campione dei Pistons avrà anticipato qualche lezione su come vincere un anello da underdog. Chauncey Billups lascia il ruolo di assistente di Tyronn Lue ai Clippers per raggiungere Portland e Damian Lillard. Dopo il mancato assalto a Jason Kidd, la franchigia dell’Oregon ha scelto l’ex stella di Detroit, scartando le opzioni Mike D’Antoni e Becky Hammon. Riuscirà a convincere Lillard che non è impossibile vincere un anello a Portland?

SI CHIUDE UN’EPOCA A DALLAS

Saranno state le frizioni con Luka Doncic, sarà che il rapporto arrivato ormai al tredicesimo anno si era logorato, resta il fatto che l’addio di Rick Carlisle ai Dallas Mavericks chiude un’epoca storica della franchigia texana. Sotto la guida di coach Carlisle, la franchigia di Mark Cuban è riuscita a vincere il titolo nel 2011 contro i primi Miami Heat di Lebron James. Il ricordo che il coach ha lasciato nei cuori dei tifosi è indelebile, ma possono sperare nel futuro visto il ritorno, nelle vesti di consigliere speciale, di Dirk Nowitzki. Intanto il coach di Ogdensburg ha già trovato una sistemazione, tornando agli Indiana Pacers, che ha già allenato dal 2003 al 2007.

JASON KIDD GUIDa LA RIVOLUZIONE MAVS

Dallas ha già trovato il sostituto di coach Carlisle: sarà Jason Kidd, l’allenatore più ambito del mercato. Kidd torna a Dallas dopo aver vinto, da giocatore, il titolo nel 2011 con il suo predecessore come coach. Sarà la sua terza panchina da capo allenatore dopo Brooklyn e Milwaukee. Un sostituto che lo stesso Carlisle aveva consigliato: “La mia speranza è che il prossimo allenatore dei Mavs sia Jason Kidd perché lui e Luka Doncic hanno tantissime cose in comune, da giocatori. 

Intanto continuano i cambi anche dietro alle scrivanie: lo storico dirigente della Nike Nico Harrison prenderà il posto di Donnie Nelson come general manager della squadra di Cuban.

DA NEW ORLEANS A ORLANDO, PANCHINE SCOTTANTI

New Orleans ha salutato, dopo un solo anno, Stan Van Gundy. Stessa sorte per Steve Clifford che non siederà più sulla panchina degli Orlando Magic. I Wizards hanno deciso di non rinnovare il contratto di Scott Brooks, coach nelle ultime cinque stagioni. Da valutare anche la posizione di Tyronn Lue, che in caso di eliminazione contro Phoenix, potrebbe lasciare la panchina dei Clippers.

Il mercato dei coach NBA è in fermento, e siamo solo all’inizio!

lascia un commento

Your email address will not be published.