Bryan Gil, l’arte di saper sorprendere.

Bryan Gil, l’arte di saper sorprendere.

Bryan Gil è uno di quei giocatori che sanno sorprendere. Le giocate del ragazzino Andaluso sono a dir poco entusiasmanti e il Tottenham di Nuno Espirito Santo ha deciso di puntarci per la prossima stagione. Tecnica da funambolo e letture da giocatore di spessore, sappiamo gia su chi puntare gli occhi a partire dal 13 Agosto, giorno in cui partirà la nuova Premier Lague.

Bryan Gil ai raggi X :

Bryan Gil, centrocampista del Tottenham è l’ultimo prodotto del floridissimo vivaio Andaluso che ha saputo lanciare calciatori del calibro di Isco, Ceballos, Luis Alberto e via dicendo.

Il talento 19enne è un centrocampista “associativo” che ama giocare in ogni zona del campo per far valere la propria superiorità tecnica. Il ragazzo nato a Barbate ha una spiccata dote nel dribbling e nei passaggi chiave che lo elevano a prospetto di primissimo livello.

Centrocampista universale, prettamente offensivo, non ha un ruolo definito ma va inserito in quella correte calcistica che mette le qualità ancor prima del posizionamento all’interno del rettangolo verde.

Negli anni passati si è parlato molto del suo fisico, a detta di tutti, troppo gracile per potersi esprimere ad altissimi livelli. In questo senso ci aspettiamo che il passaggio in Premier League possa in qualche modo completarlo, rendendolo in brevissimo tempo uno degli elementi di punta della propria nazionale.

Bryan Gil MADE IN ANDALUSIA :

Bryan Gil nasce l’11 febbraio 2001 a Barbate, piccolo comune situato in Andalusia, sulla costa meridionale della Spagna.

A soli 11 anni rapisce letteralmente l’attenzione degli osservatori del Siviglia, che lo prelevano dalla squadra della sua città. Con i “Palanganas” percorre tutte le trafile delle giovanili fino a conquistarsi una chance nel calcio che conta.

Esordisce in prima squadra ancora minorenne nell’1-1 casalingo contro l’Atletico Madrid il 6 gennaio 2019. Il primo gol in Liga arriva solo qualche mese più tardi, il 25 aprile, incoronandolo come primo marcatore nato nel XXI secolo a segnare in campionato.

Nella stagione successiva, durante il mercato invernale, il Siviglia lo gira in prestito  al Leganes per consentirgli di trovare più continuità e minutaggio. Tuttavia qualche problema fisico e la stagione non troppo esaltante dei Pepineros culminata con la retrocessione, ne limitano la crescita calcistica.

Il rientro a Siviglia è solo momentaneo, infatti il 5 ottobre, dopo i disagi dovuti al Covid, la Liga riparte. Bryan indossa la maglia dell’Eibar quest’anno, sempre in prestito a dimostrazione del fatto che nella capitale andalusa c’era ancora qualcuno a credere nel suo talento. Nei paesi Baschi il ragazzo incanta tutti regalando 4 gol e 4 assist in poco piu di 20 partite che a fine stagione valgono il passaggio in Premier League al Tottenham. La squadra londinese ha addirittura “sacrificato” un talento come Lamela per arrivare a Bryan Gil. Il percorso sta dando i suoi frutti e noi non vediamo l’ora di raccoglierli..

lascia un commento