Contro tutte le aspettative e i pronostici: è la vittoria di Tuchel

Contro tutte le aspettative e i pronostici: è la vittoria di Tuchel

Chelsea- Champions League, un binomio reso possibile dall’uomo che vedete in copertina. Il trionfo dei blues è tutto suo: Thomas Tuchel.

CHELSEA CHAMPIONS: TUCHEL STREPITOSO

In tempi non lontani, precisamente al momento della presentazione dei sorteggi dei gironi per la prossima Champions, Paolo Condò diede come favorito il Chelsea, spiazzando tutti.
“La rosa che è stata costruita è di altissimo livello; se Lampard riesce a trovare la quadra giusta, sono loro i miei favoriti”.
Sembrerà strano, sembrerà passato tantissimo tempo, ma all’inizio della stagione era Lampard l’allenatore dei Blues. Gli acquisti di Mendy, Thiago Silva, Ziyech, Havertz e Werner hanno delineato una rosa decisamente all’altezza dei maggiori palcoscenici europei, e lo abbiamo visto tutti nel match di ieri sera.

I meriti della dirigenza non vanno nascosti, ma sottolineati; seconda Champions nella storia dei Blues, con una squadra costruita ad hoc, che all’inizio non aveva ingranato. Colpe dell’allenatore? Giocatori ancora alle prese con l’adattamento al nuovo stile di gioco? Probabilmente entrambe, fatto sta che la stagione del Chelsea era quasi fallimentare nella prima parte.

Poi, però, la svolta: Lampard non stava convincendo, e l’esonero è prontamente arrivato, soprattutto per una situazione di classifica in Premier League se non altro preoccupante; al suo posto, un uomo anche lui “fresco” di esonero, reduce da uno dei più brutti regali di Natale che si possano ricevere, una lettera di saluti e ringraziamenti da parte del PSG.

“Siamo contenti del tuo lavoro, ma non è abbastanza. Grazie lo stesso”.

L’EPILOGO PERFETTO

È solo immaginabile il contraccolpo psicologico per Tuchel, esonerato dopo aver portato i parigini in finale di Champions (tra le altre cose), ma l’opportunità di riscatto arriva subito. Il Chelsea lo chiama: la rosa c’è, la fiducia della dirigenza anche, l’entusiasmo non manca, le qualità, beh, quelle per un allenatore come lui non mancheranno mai. I blues non lo sanno, ma hanno appena compiuto il colpo più importante della loro storia recente.

La sintonia arriva subito con la squadra, come testimoniano i risultati in Europa ma soprattutto in Premier. Velocità, cinismo, grande compattezza difensiva, spirito di squadra; il Chelsea può sognare, e di fatto così è stato.

La squadra di Tuchel si è dimostrata più corale contro il City, ha attaccato e difeso meglio; sempre di gruppo, mai singolarmente, in attacco ed in difesa.

La Champions è meritatamente dei Blues; inaspettata, sì, ma sono queste le vittorie più belle.

lascia un commento

Your email address will not be published.