Gabriel Veron, il sogno proibito del nuovo Sassuolo targato Dionisi

Gabriel Veron, il sogno proibito del nuovo Sassuolo targato Dionisi

Gabriel Veron, l’ultimo astro nascente del calcio brasiliano, negli ultimi giorni è stato accostato al Sassuolo di Dionisi. Gli emiliani sono sempre molto abili nell’individuare ottime promesse del panorama internazionale su cui puntare. Il giocatore del Palmeiras, dopo una stagione eccellente, sembra essere pronto per il salto di qualità in un campionato europeo.

Qualora si concretizzasse l’affare saremo curiosi di vedere il suo apporto nel nostro calcio, in una società che mette la prestazione davanti ai risultati.

Gabriel Veron, la Carriera

Gabriel Veron nasce ad Acu il 3 settembre del 2002. Approda già nel 2017 nel Palmeiras all’età di 15 anni. Con la squadra di San Paolo incanta tutti e nel 2019 esordisce in prima squadra nella partita persa 1-0 contro il Fluminense. Nel corso della stagione diventa di fatto un punto fisso della squadra allenata da Venker De Menezes raccogliendo circa 40 presenze impreziosite da 11 gol e 5 assist. Il florido vivaio del Palmeiras ha da sempre sfornato talenti del calibro di Roberto Carlos, Rivaldo, Cafù e Gabriel Jesus, Veron potrà ripercorrere le orme dei più grandi?

Nella sessione di mercato in corso, nonostante la proibitiva clausola rescissoria fissata a oltre 50 milioni di euro, il ragazzo cresciuto nello stato di Rio Grande è stato ultimamente accostato al palcoscenico europeo. Tra le società che hanno raccolto informazioni su di lui ci sono il Sassuolo e il Manchester United. La società emiliana da qualche anno predilige puntare su giovani promesse per poterle valorizzare e lanciarle nel calcio che conta.

UN MISSILE VERDEORO

Gabriel Veron è un esterno d’attacco di piede destro che può giocare su entrambi i lati del campo, prediligendo spesso l’out di sinistra dove è in grado di rientrare sul piede forte per disegnare calcio.

In possesso di un dribbling spettacolare, è spesso utile per saltare il proprio diretto avversario creando superiorità numerica in fase di transizione offensiva. Soprannominato Bolt dai compagni di squadra, la velocità è a tutti gli effetti la qualità che lo contraddistingue maggiormente. Per il definitivo salto di qualità Gabriel Veron necessiterà di un upgrade a livello fisico piuttosto importante: il calcio europeo, sotto questo aspetto, richiede un livello piuttosto alto.

lascia un commento

Your email address will not be published.