Julian Alvarez, pronto per l’Europa

Julian Alvarez, pronto per l’Europa

Julian Alvarez, l’ultimo talento del calcio celeste, nativo di Calchin, in patria è già diventato per tutti l’eroe del Miracolo di Santa Fe. Le sue doti tecniche unite ad un carisma straripante hanno fatto innamorare i tifosi dei Millonarios e gli amanti del calcio d’oltre oceano.

Julian Alvarèz ai raggi X

“El Pipa”, soprannome tutto sudamericano affibbiatogli dai tifosi del River, è un attaccante moderno, tatticamente versatile, in grado di ricoprire tutti i ruoli offensivi. Giocatore dal notevole dinamismo, pur non possedendo una grande fisicità sa rendersi pericoloso anche sulle palle alte sfruttando l’ottima elevazione di cui dispone.

Destro naturale, sa incantare con giocate che dimostrano tutto il talento e la tecnica che si porta dietro il ragazzo di Calchìn. Ama aver la palla tra i piedi, prendendosi spesso la responsabilità di indirizzare la partita con giocate di spessore. L’ultimo talento lanciato da Gallardo possiede una caratteristica letale, la coordinazione nel breve che gli consente di anticipare la giocata beffando gli avversari sul tempo. Questa qualità ha fatto si che il suo nome venisse accostato a Luis Suarez, niente male per un ragazzo del 2000.

Julian Alvarez, sulle orme dei grandi del river

Nato a Calchìn nei sobborghi di Cordoba in Argentina, Julian Alvarez ha da subito mostrato una talento fuori dal comune. All’età di 13 anni grazie allo scout argentino Piero Foglia ottiene la possibilità di sostenere un provino per il Real Madrid. L’approdo alle merengues è ostacolato però dall’età del ragazzo che avrebbe dovuto trasferire a Madrid l’intera famiglia. Tornato in patria all’età di 16 anni si trasferisce nel collegio di Buenos Aires per giocare con la squadra per cui tifa, il River Plate. Per rincorrere il suo sogno ha rifiutato club come Boca Juniors e Argentinos, scartando anche la possibilità di giocare per le tre squadre di Cordoba.

Dopo aver percorso le trafile delle giovanili dei Milionarios il 27 Ottobre 2018 arriva l’agognato esordio in prima squadra nella vittoriosa partita casalinga contro l’Aldosivi. La stagione successiva riesce a rimanere stabilmente aggregato trai titolari, ma è quest’anno che avviene il definitivo salto di qualità. Il talento argentino colleziona in tutto 20 presenze arricchite da 4 gol e 7 assist, diventando uno dei prospetti più interessanti e dal futuro assicurato.

Il tecnico Marcelo Gallardo ha puntato forte sul ragazzino, impiegandolo spesso in partite decisive per le sorti della squadra. I tifosi del River ricorderanno per lungo tempo il match contro il Santa Fè vinto per 2-0 con la rosa ridotta all’osso causa Covid. Nella partita passata alla storia come “il Miracolo di Santa Fe” Julian Alvarez ne diventa assoluto protagonista insieme a Enzo Perez. Il primo sigla con una meraviglia il gol della vittoria mentre il secondo, di professione centrocampista, viene costretto a difendere i pali per 90′.

lascia un commento

Your email address will not be published.