Qualificazioni ai Mondiali 2022 Sudamerica: il riepilogo

Qualificazioni ai Mondiali 2022 Sudamerica: il riepilogo

Terminati i campionati europei, parte ufficialmente la stagione delle competizioni per nazionali, con Euro 2020 per ciò che riguarda il nostro continente. Ma non è l’unico appuntamento, infatti in Sudamerica, ieri si è conclusa la sesta giornata del girone per le Qualificazioni ai Mondiali 2022.

QUalificazioni ai mondiali ma non solo

Il torneo di qualificazione che si sta disputando in Sudamerica, è un ottimo banco di prova per le nazionali sudamericane. Infatti oltre all’importanza di ottenere il pass per Qatar 2022, questo torneo viene sfruttato come test per la Copa America 2021.

A causa dello scoppio della pandemia da Covid-19, l’evento che si sarebbe dovuto disputare lo scorso anno, è stato rimandato a quest’estate. È questione di pochi giorni (13 giugno), per lo start del massimo torneo continentale sudamericano, con il Brasile a fare gli onori di casa.

Gli allenatori limano gli ultimi dettagli dal punto di vista tattico e tecnico, per schierare la miglior formazione possibile, e soprattutto analizzare la condizione fisica dei giocatori, reduci da una stagione estenuante con i propri club europei.

PARTE BASSA DELla classifica

Il girone per le qualificazioni è ovviamente composto dalle 10 nazionali sudamericane appartenenti alla Conmebol. Dopo gli ultimi match giocati per la sesta giornata, possiamo fare un riepilogo della situazione.

Partiamo dall’ultimo posto, occupato dal Perù con soli 4 punti. La Blanquirroja non è mai stata tra le cinque sorelle del calcio sudamericano, però soprattutto il secondo posto ottenuto in Copa America nel 2019, aveva dato fiducia ed entusiasmo all’ambiente.

L’avvio in questo girone di qualificazioni è stato disastroso, anche a causa del calendario. La vittoria esterna per 1-2 a Quito contro l’Ecuador, ridà fiducia agli uomini di Gareca in ottica quinto posto.

A pari punti ma al nono posto troviamo il Venezuela. La Vinotinto forse meno qualitativa negli uomini rispetto al Perù, ha ottenuto un buon pareggio a reti bianche contro l’Uruguay. La sterilità in attacco (3 gol in 6 giornate) è il problema da risolvere per l’allenatore Peseiro.

All’ottavo posto troviamo la Bolivia, nazione con giocatori impegnati prevalentemente nel campionato di casa. Uno dei pochi ad aver calcato palcoscenici europei, è Marcelo Martins Moreno. È lui con 4 gol in 2 partite, ad aver trascinato La Verde, a un breve filotto senza sconfitte. Vittoria netta per 3-1 col Venezuela e pareggio di lusso 1-1 con il Cile.

È proprio il Cile a trovarsi a sorpresa al settimo posto con 6 punti, reduce da due pari. Uno quello sopraccitato, l’altro fuori casa contro l’Argentina. Il ritorno di Vidal, leader della Roja, darà sicuramente una marcia in più ai cileni.

Chiudiamo l’analisi della parte bassa della classifica, con la leader di questo piccolo pacchetto di squadre, il Paraguay. Il Brasile vince 0-2 ad Asunciòn, ma si sogna comunque con il quinto posto che garantirebbe gli spareggi a un solo punto di distanza.

parte alta della classifica

La parte alta della classifica, trova quattro delle cinque sorelle del calcio sudamericano. Com’è facilmente intuibile c’è una sorpresa tra queste squadre, che addirittura non sveleremo subito.

Infatti al quinto posto, troviamo la Colombia. I Cafeteros ottengono un buon pareggio contro l’Argentina, che sommato alla vittoria esterna per 0-3 contro il Perù di qualche giorno fa, li rimette in corsa.

A pari punti, al quarto posto troviamo l’Uruguay. La squadra di Tabaréz chiude questa sesta giornata con l’amaro in bocca, dopo il pareggio a reti bianche con il Venezuela. Stesso risultato contro il Paraguay. La Celeste ha bisogno del gol.

È il turno della sorpresa di questo primo terzo di girone. L’Ecuador infatti, si trova al terzo posto in solitaria con 9 punti. La Tricolor non affronta però un buon momento. Dopo 3 vittorie di fila, gli stop contro Brasile e soprattutto Perù in casa, ridimensionano un po’ gli entusiasmi. Sarà già finito l’effetto sorpresa? Chissà.

I primi due posti in questi tornei in Sudamerica, solitamente è difficile non indovinare a chi appartengano. E anche questa volta ci siete riusciti, dato che sono occupati rispettivamente da Brasile e Argentina.

La Selecciòn continua a tentennare in queste Qualificazioni ai Mondiali, contro Cile e Colombia, raccogliendo solo due pareggi. Scaloni non trova il modulo e gli interpreti giusti, e Messi non è ancora decisivo. I punti di distacco dal Brasile sono diventati 6.

I verdeoro infatti non sbagliano un colpo. Continuano ad inanellare vittorie su vittorie, facendo en plein finora, con 6 successi su 6. Ultima la vittoria contro il Paraguay in trasferta per 0-2, targata manco a dirlo, Neymar. La Seleçao si gode pure la miglior difesa, con soli 2 gol subiti.

Dopo questo doppio turno, è ora di mettersi comodi e godersi il grande spettacolo della Copa America!

lascia un commento