TOP e FLOP delle prime 7 giornate di fantacalcio

TOP e FLOP delle prime 7 giornate di fantacalcio

Con le prime sette giornate di campionato ormai alle spalle, vediamo i top e flop di questo inizio di fantacalcio.

TOP E FLOP, IBRAHIMOVIC IN CIMA ALLA LISTA

Iniziamo la nostra analisi partendo da chi ci sta trascinando a suon di bonus in questo inizio di stagione scegliendone un TOP per ogni ruolo:

Marco Silvestri è la nostra scelta per la porta. L’estremo difensore dell’Hellas Verona sta confermando quanto di buono aveva già mostrato nella scorsa stagione, facendosi sempre trovare pronto quando chiamato in causa dagli attaccanti avversari. Nelle prime 7 partite ha concesso solo 5 gol, giocando partite di alto livello contro Milan, Juventus e Roma. Ha conquistato una media voto del 6.57 e la corona di top portiere della nostra rubrica.

Cristiano Biraghi è il nostro top in difesa con una fanta-media di 7,14. Il terzino ex Inter, ritornato a Firenze dopo una stagione di alti e bassi a Milano, è una delle sorprese di questo inizio di campionato. Nonostante il rendimento altalenante della Fiorentina di Iachini, Biraghi si è imposto fin da subito prendendosi il posto da titolare sulla fascia sinistra, sfornando ben 3 assist e segnando un gol.

Roberto Soriano è il nostro top centrocampista. Il trequartista di Mihajlovic ha iniziato la stagione in modo incredibile segnando 4 gol e fornendo 2 assist nelle prime 7. Mancini ha notato questo suo ottimo periodo convocandolo in nazionale. Con l’europeo alle porte, il fantasista del Bologna proverà a convincere il CT fino all’ultimo. Sarà l’anno della sua definitiva consacrazione in serie A?

Zlatan Ibrahimovic è il nostro attaccante. Il fuoriclasse svedese sta letteralmente trascinando il Milan in campionato a suon di gol e prestazioni monstre. Nonostante abbia saltato due partite causa Covid-19, Ibra guida la classifica marcatori con 8 gol in 5 partite condite con un assist vincente per Kessie. Un peccato per quei 2 errori dal dischetto che ne hanno abbassato la fanta-media, ma in questo momento il bomber del Milan sta dominando il campionato e va schierato ogni partita.

FLOP, SIRIGU INASPETTATAMENTE TRA I PEGGIORI

Ora passiamo a chi sta avendo più difficoltà in questo inizio di stagione e ci sta facendo rimpiangere i fanta-milioni spesi, ecco i primi 4 FLOP:

Salvatore Sirigu è il primo flop. A sorpresa il peggiore di questo inizio di stagione è l’esperto portiere del Torino che ha incassato ben 16 gol in 7 giornate, fornendo prestazioni ben lontane da quelle a cui ci aveva abituato negli scorsi anni. Nelle ultime giornate la squadra di Giampaolo sembra stia ingranando, perciò ci aspettiamo che torni sui suoi livelli anche il portiere della nazionale.

Aleksandar Kolarov è il nostro flop in difesa con la media voto del 5.38. L’esperto difensore, arrivato in estate dalla Roma, sta deludendo di molto le attese in casa Inter. Schierato da mister Conte come terzo centrale di sinistra, il serbo sta avendo diverse difficoltà tattiche e ha commesso diversi errori decisivi come nelle sfide con Fiorentina e Milan. Al momento è uno dei punti deboli dei nerazzurri e sta perdendo il posto con Bastoni. Bocciato.

Simone Verdi è la nostra scelta a centrocampo. Peschiamo ancora in casa Torino e troviamo il 5.43 di media voto del trequartista di Giampaolo. Sicuramente non è un top di ruolo in sede d’asta, ma da un fantasista con il talento e il tiro di Verdi ci si aspettava di più. Giampaolo lo ha schierato addirittura come seconda punta dietro a Belotti, ma le sue prestazioni sono state comunque deludenti, temiamo possa perdere anche il posto da titolare viste le prestazioni di Lukic e il rientro di Zaza e Bonazzoli.

Kevin Lasagna è il quarto ed ultimo flop. Per il capitano dell’Udinese inizio di campionato da dimenticare, 0 gol realizzati e prestazioni deludenti che hanno portato a un 5.17 di media. Nonostante ciò, il CT Mancini ha voluto premiarlo per il girone di ritorno dello scorso campionato convocandolo in nazionale. La concorrenza per affiancare Okaka a Udine è di buon livello con Pussetto e Deulofeu pronti a superarlo. Ora toccherà a lui far ricredere tutti, ripagando la fiducia di Gotti e di Mancini.

lascia un commento

Your email address will not be published.