Darmian uomo scudetto: la creatura di Antonio Conte

Darmian uomo scudetto: la creatura di Antonio Conte

Sorprendentemente Darmian si è rivelato l’uomo scudetto, capace di regalare punti preziosissimi verso l’obiettivo della squadra allenata da Antonio Conte.

L’UOMO SCUDETTO DARMIAN, LA SCOMMESSA VINTA DA ANTONIO CONTE

L’arrivo dell’esterno ex Parma non aveva entusiasmato i tifosi nerazzurri, che si aspettavano ben altro come rinforzo. Conte ha insistito per avere il laterale di Legnano e alla fine è approdato in casa Inter, in punta di piedi e senza aspettative da parte di nessuno.

Le sue ultime stagioni non facevano sperare bene, soprattutto la parentesi a Manchester, durata ben 4 anni, con più bassi che alti. Al Parma buone prestazioni, ma lontane da quelle viste con la maglia del Torino, l’exploit della sua carriera.

In casa nerazzurra si ritrova davanti giocatori del calibro di Hakimi, Young, Perisic, D’Ambrosio e si pensa difficile a un suo utilizzo costante. Matteo, però, è un ragazzo umile e professionale: si allena, lavora e ogni volta che viene chiamato in causa, riesce a fare sempre il suo molto bene.

Verso metà stagione, la melodia comincia a cambiare, perchè nelle gerarchie non è più l’ultima ruota del carro e anzi spesso parte proprio da titolare, perchè Conte si fida di lui. In alcuni match finisce la partita come migliore in campo e al Borussia Park, in Champions League, arriva il suo primo gol con la maglia nerazzurra.

CAGLIARI E VERONA

Conte crede molto nel ragazzo e nella partita importante contro il Cagliari lo lancia titolare sulla destra, al posto dell’imprescindibile Hakimi. Quella partita non si sblocca, è lì che rimane ghiacciata sullo 0-0, con un tentativo dello stesso Darmian nel primo tempo, chiuso bene da Vicario. Il tifoso nerazzurro si aspetta una giocata dai suoi big, Lautaro, Lukaku, Barella, Sanchez e invece al minuto ’77, dopo una grande azione di Hakimi, ci pensa Darmian a sbloccare il match. 3 punti fondamentali per il momento della stagione e per quell’obiettivo che l’Inter si è proposta di raggiungere: lo scudetto.

Anche in questa occasione Conte ha avuto ragione nel credere nel laterale azzurro, sostituendo Young e lasciandolo in campo sulla sinistra. Matteo ha ripagato molto bene la fiducia del mister, con un gol pesantissimo.

Altro match delicato con il Verona. Questa volta Darmian si trova in panchina, perchè il mister decide di provare a sbloccare il match subito nel primo tempo con l’artiglieria pesante: Perisic a sinistra e Hakimi a destra. I nerazzurri non riescono a passare in vantaggio e fanno fatica a superare l’ostacolo creato bene da Ivan Juric. Lautaro e Lukaku ci provano, ma non riescono a trovare la via del gol.

A inizio secondo tempo arriva la mossa di Conte: fuori Eriksen e Perisic, dentro Sensi e Darmian. Il tifoso nerazzurro non si aspetta di certo un miracolo da parte del laterale italiano, ma spera in una giocata di Lukaku, Hakimi o Sanchez.

Minuto ’76 (la zona Darmian), il laterale ex Parma riceve palla sulla sinistra e insacca Silvestri, realizzando l’ennesimo gol fondamentale per la corsa allo scudetto. 2 gol in campionato e 6 punti decisivi in momenti cruciali della stagione.

I meriti vanno dati ovviamente al giocatore, ma soprattutto ad Antonio Conte, che è stato capace di credere su un uomo, in cui nessuno avrebbe puntato. Ricordiamo che Darmian verrà pagato soltanto 2,5 milioni al Parma, quindi chapeau a mister Conte.

lascia un commento

Your email address will not be published.