Europei, la Nazionale ha un unico difetto: Mancini sarà fondamentale

Europei, la Nazionale ha un unico difetto: Mancini sarà fondamentale

Siamo agli sgoccioli dell’Europeo, mancano esattamente 4 giorni alla prima partita della Nazionale contro la Turchia. Tutti sono in fermento per l’Italia di Mancini che dovrà stare attento a limitare l’unico difetto di questa squadra.

LA CHIAVE DEL SUCCESSO: IL GRUPPO CREATO DA MANCINI

Contro la Repubblica Ceca, l’Italia ha confermato di poter essere una vera e propria sorpresa in questo Europeo. La squadra si diverte, fa divertire e impone la sua filosofia di gioco agli avversari. C’è tanta voglia di dimostrare ai rivali che si può arrivare alle fasi finali, nonostante i favoriti siano Francia, Inghilterra e Belgio.

L’Italia non ha i top player di queste nazionali, ma può contare su un aspetto fondamentale, la chiave del successo del 2006: la coesione del gruppo. Mancini è stato molto bravo a creare, in primis, una squadra in cui ci fosse unione, nonostante i giocatori venissero da realtà differenti. Questo lato dovrà soprattutto uscire nei momenti di difficoltà (perché ci saranno) e sarà quello a fare la differenza rispetto alle altre squadre.

La voglia di sacrificarsi per il compagno, la disponibilità di chi giocherà poco a mettere sempre il 100% e a fare la differenza anche in quei 5 minuti in campo, la consapevolezza di non avere il posto fisso e doverselo sudare in allenamento. Il gruppo, in cui i veterani hanno una parte fondamentale, sarà l’elemento chiave in questo percorso.

IL VERO DIFETTO DELLA NAZIONALE

L’Italia ha dalla sua parte una filosofia di gioco ben precisa con l’intenzione di voler dominare sul campo, ma dall’altra non è una squadra con giocatori di caratura internazionale. La squadra di Mancini non ha un top player in grado di risolvere la partita con una giocata e non ha un numero 9 di livello mondiale. Alcuni ragazzi sono alla loro prima esperienza, come Pessina, Raspadori, Locatelli e non sarà facile misurarsi contro mostri sacri.

Ma in tutto questo il vero difetto di questa Nazionale potrebbe essere l’entusiasmo. I numeri parlano di una squadra strepitosa, con tanti reti segnate e 9 clean sheet consecutivi. I giornali esaltano la squadra di Mancini, facendo paragoni già con il passato. La sensazione è che si stia creando troppo rumore e che serva di più volare bassi, perchè alla prima sconfitta il rischio è di vedere crollare tutte le certezze.

Mancini sarà la chiave per mantenere tutto il castello in piedi e far mantenere sempre con i piedi per terra i propri giocatori, senza trascurare ovviamente i propri mezzi e le proprie capacità.

lascia un commento

Your email address will not be published.