Olimpiadi Tokyo 2020, sale la preoccupazione nel villaggio olimpico

Olimpiadi Tokyo 2020, sale la preoccupazione nel villaggio olimpico

La cerimonia inaugurale per le Olimpiadi di Tokyo è fissata per il 23 luglio. L’allarme Covid in Giappone cresce e nel villaggio olimpico si sono registrate 3 positività tra atleti e staff.

ERA VERAMENTE NECESSARIO MANTENERE LA SEDE IN GIAPPONE?

Come è noto, sono state riscontrate tre positività all’interno del villaggio olimpico. Si tratta di due atleti sudafricani e un membro dello staff. In realtà le persone contagiate da Covid che hanno a che fare con i Giochi ammontano a 16.

Ma come è possibile? Le rigorosissime misure di sicurezza e i rigidi protocolli adottati dall’amministrazione nipponica avrebbero dovuto rendere invulnerabile il villaggio.

I casi scoppiati nelle ultime ore gettano alcuni dubbi sulla effettiva gestione pandemica e sicurezza dei Giochi. Il Giappone si trova in una situazione di emergenza, contando soprattutto che meno del 20% della popolazione è vaccinata.

Nel paese del Sol Levante sembra, infatti, prevalere una cultura no vax, in modo abbastanza inspiegabile e, inoltre, vi sono dei ritardi nel programma di vaccinazioni che non aiuta a diminuire l’apprensione per le Olimpiadi.

Spostare probabilmente la sede dei Giochi sarebbe stata la scelta più saggia, considerando anche la posizione geografica del Giappone.

LE PROCEDURE DI INGRESSO alle olimpiadi

60 mila persone straniere sono previste all’arrivo a Tokyo, tra arbitri, atleti, funzionari, sponsor e giornalisti. Il sistema di ingresso per queste persone è molto stringente, ma basterà a evitare i contagi?

La sensazione è che lo spostamento verso il Giappone, con l’utilizzo dei mezzi di trasporto, non sia la scelta migliore, considerando che il Covid è di più facile contagio in queste occasioni.

Gli atleti e tutti i coinvolti rispetteranno le rigide regole imposte dai nipponici? La speranza è che si possa godere di questa fantastica competizione, senza la paura di un suo possibile annullamento.

lascia un commento

Your email address will not be published.