MICK SCHUMACHER SULLE ORME DEL PAPÀ: AD UN PASSO IL TITOLO DI F2

MICK SCHUMACHER SULLE ORME DEL PAPÀ: AD UN PASSO IL TITOLO DI F2

Mick Schumacher è ad un passo dalla conquista del titolo in F2, categoria minore della F1. Mick, figlio di Michael, nell’ultimo appuntamento del campionato potrebbe aggiudicarsi il suo primo titolo nella categoria minore.

STORIA E NUMERI SONO DALLA SUA PARTE

La storia è dalla sua parte. Lo zio, Ralph, è un ex pilota di F1. Il papà, Michael, è il simbolo di questo sport: i 7 titoli conquistati con Benetton prima e Ferrari poi, parlano da soli. Ora Mick sta mettendo in mostra tutto il suo potenziale, dimostrando che la famiglia Schumacher le corse le ha nel sangue.

Le condizioni per una carriera di primissimo livello ci sono, sarebbe sbagliato affermare il contrario. Mick ha già conquistato il titolo in F3 nel 2018 con il Team Prema. Dal 2019 ha compiuto il salto di categoria, correndo in F2, sempre con il Team Prema, ottenendo però scarsi risultati. Sempre nel 2019, il tedesco diventa membro della Ferrari Driver Academy.

Mick, inoltre, ha già mosso i suoi primi passi anche in F1. Nel 2019 ha effettuato alcuni giri di pista con la Ferrari SF90 e con l’Alfa Romeo C38 durante il GP del Bahrein. Il vero debutto era però previsto durante le prove libere del GP di Germania 2020: avrebbe dovuto guidare l’Alfa Romeo C39 di Giovinazzi, ma le condizioni meteo ne hanno impossibilitato lo svolgimento, togliendo di fatto a Mick la possibilità di esordire. Precedentemente aveva percorso alcuni giri di pista su vetture storiche di F1. In particolare aveva guidato la Benetton B194, auto portata alla vittoria 25 anni prima dal padre. Inoltre, in occasione dei 1000 GP della Ferrari, aveva guidato la Ferrari F2004, ultima auto iridata guidata dal papà.

RIUSCIRà IL GIOVANE MICK A CONQUISTARE IL TITOLO?

La stagione 2020 lo ha visto protagonista fin da subito. Dopo un rocambolesco weekend iniziale a Spielberg, in Austria, ha mano a mano racimolato punti a suon di podi e vittorie. Siamo ora all’atto finale del campionato di F2 e Mick ha un vantaggio di 14 punti dal secondo posto di Callum Ilott. Il primo match point lo ha avuto nello scorso GP del Bahrein, ma non è riuscito a sfruttarlo a pieno, con il diretto inseguitore che ha recuperato 4 punti.

Il discorso è allora rimandato all’ultimo appuntamento, il GP del Sakhir, in programma tra oggi e domani. Mick potrebbe inoltre trarre maggior fiducia anche grazie all’ufficialità del suo passaggio F1 alla guida della Scuderia Haas. La dinastia Schumacher continua.

lascia un commento

Your email address will not be published.