Nandez, il motorino uruguayano dell’Inter di Inzaghi

Nandez, il motorino uruguayano dell’Inter di Inzaghi

Nandez è a un passo dall’Inter. Il centrocampista del Cagliari sembra essere la prima scelta di Marotta e Inzaghi per sostituire il partente Hakimi. Il classe ’95 è un esterno molto diverso, per caratteristiche, rispetto al marocchino appena passato al PSG ma, a modo su, potrà dare qualcosa in più.

Nandez in serie a

Arrivato a Cagliari dal Boca Juniors per una cifra intorno ai 17mln, il centrocampista uruguayano è diventato in poco tempo uno dei beniamini della Sardegna Arena. In Italia ha collezionato circa 70 presenze condite con “soli” 4 gol. Questo ci fa già capire che tipo di giocatore che è Nandez: ottimo in fase di rottura e di pressing, con grande gamba e tanta aggressività, che pecca un po’ in fase di rifinitura.

Il suo ruolo in questa stagione

Nell’ultima travagliata stagione passata a Cagliari, Nandez ha giocato in moltissime posizioni diverse. La sua duttilità tattica lo ha portato infatti a giocare sia da esterno a destra, sia da mediano nel 4-2-3-1 di Di Francesco. I risultati di inizio stagione non sono stati quelli sperati, quindi il mister ha provato a cambiare schierando anche un 4-3-3 o 4-3-1-2 inserendo Nandez come mezzala di destra per sfruttare la sua caratteristica più importante: la corsa.

Il cambio della guida tecnica ha riportato Nandez nel sistema a lui più congeniale, il 3-5-2. Le sue prestazioni sono migliorate e i risultati della squadra di pari passo. In questo modulo Nandez oscillava tra la posizione di mezzala destra e quella di esterno a tutta fascia. Crediamo sia proprio questo il motivo che ha spinto l’Inter ad acquistarlo: la sua duttilità.

Nandez nell’Inter di Inzaghi

Parliamoci chiaro, Nandez non è Hakimi e non potrà sostituirlo al 100%. Detto questo, in pochi possono reggere il confronto con il marocchino e, avendo pochi soldi da poter investire, l’Inter ha fatto la scelta più logica, ovvero prendere un giocatore già pronto che conosce il modulo e il campionato. Nandez come detto è molto duttile e potrà ricoprire sia il ruolo di esterno sia il ruolo di mezzala, quello di Barella per intenderci, dando ottime garanzie. Personalmente credo che verrà sfruttato molto più come quinto di destra più che centralmente. All’interno del campo Inzaghi predilige giocatori di qualità, Savic e Luis Alberto per citarne due, rispetto alla quantità che potrebbe dare lui.

Insomma Nandez lo inquadriamo come un ottimo colpo. Marotta ha inserito un’altra pedina di livello nello scacchiere di Inzaghi e lo ha fatto spendendo poco. Staremo a vedere come si adatterà ai compiti richiesti da mister Inzaghi, ma noi lo troviamo molto simile a Lazzari e crediamo possa avere lo stesso ottimo rendimento.

lascia un commento